hamradioweb.org

 


Vai indietro   hamradioweb.org > Discussioni / Areas of discussion > Nuove apparecchiature commerciali in ambito hamradio

Avvisi

Nuove apparecchiature commerciali in ambito hamradio Sezione dedicata agli annunci e/o discussione di nuove apparecchiature radioamatoriali, dai transceivers alle antenne, dai rotori agli accessori di stazione etc. Possono annunciare nuovi prodotti sia tutti coloro che ne vengono a conoscenza sia gli stessi produttori e/o rivenditori che siano registrati alla community.

Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 01-12-17, 09:15   #1
I4LEC
Senior Member
 
L'avatar di I4LEC
 
Registrato dal: Jun 2010
Messaggi: 246
Nuovo Expert 1.5K-FA

Ci risiamo, come capitò per l’1K3-FA di UA9CDC, in transito da Roma a Bologna, un altro nuovissimo oggetto della SPE in transito, ha fatto “pit stop” in stazione.

Nello specifico si tratta di un primissimo esemplare dell’ultimo nato, l’1.5K-FA, questo monta l'ultimo modulo della NXP MRFX1K80H alimentato a 55V, esiste solo la versione con ATU e prevede un connettore SMA che mette a disposizione un’uscita attorno ai -60dB tramite un “coupler” interno.

Pertanto questa volta ho voluto approfondire l’efficacia della pre-distorsione, collegando quell’uscita all’ingresso del mio RX, così che quando in TX, il relativo feedback venisse utilizzato dalla funzione cosiddetta “Pure Signal” del mio RTX.

Ho effettuato diversi test con il generatore interno di toni, nonché direttamente in SSB, riscontrando l’entità degli ordini di distorsione dispari (in banda) risultanti, questo con e senza l’opzione di pre-distorsione (algoritmo di linearizzazione adattivo che applica una correzione uguale e contraria all’ampiezza e fase del segnale).

Le prove sono state effettuate alla massima potenza di drive (10W), questo ha comportato un’uscita media tra le varie bande corrispondente a circa l’80% della potenza nominale.

Riporto negli allegati le catture che mostrano l’entità dei prodotti di intermodulazione (2T e SSB) con e senza pre-distorsione, test effettuati in 20m in quanto banda rappresentativa centrale.

2T IMD3 no PS = 29dBc (35dB pep)
2T IMD5 with PS = 60dBc (66dB pep), decisamente ottima! con un terz’ordine anche migliore.

Naturalmente ho effettuato alcuni collegamenti sulle varie bande, con ottimi riscontri qualitativi, compreso l’invio da parte di una stazione US della cattura del mio segnale che nonostante l’entità del segnale, non mostrava alcuna sbavatura laterale.

Sulle bande WARC ho dovuto usare l’accordatore per adattare il match, non proprio impeccabile considerando l’uso in relazione armonica (3°, 5° e 7°) degli sloper 80m, l’SWR medio attorno a 2:1 è stato facilmente gestito e l’accordatore si è comportato come previsto.

L’efficienza è risultata molto buona con un paio di bande appena sotto il 60% ed un paio sopra il 75%, ottima linearità riscontrata tra le varie bande, comprese le estreme 6m e 160m.

Ps. Tutte le prove sono state effettuate direttamente sulle antenne, avendo cura di scegliere le frequenze con il match migliore, la potenza d’ingresso e d’uscita misurata a mezzo di wattmetro esterno digitale, i test dei 2 toni eseguiti con l’ausilio del test-set interno al programma Open HPSDR mRX PS (v3.4.3)

Per chi fosse interessato, sono disponibili i dettagli di linearità, potenza ed efficienza

n.d.r.
Stante la mia inclinazione di fare più con meno (ottimizzazione), la soluzione che prevede un RTX basilare (bassa potenza, no ATU), abbinato ad un PA SS con ATU di queste caratteristiche, consente di ottenere una stazione QRO completamente automatizzata con un segnale d’uscita assolutamente impeccabile.

73, Clay
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SPE 1.5K PS OFF 20m 2T.jpg‎
Visite: 86
Dimensione:   115.5 KB
ID: 17536   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SPE 1.5K PS ON 20m 2T.jpg‎
Visite: 81
Dimensione:   119.9 KB
ID: 17537   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SPE 1.5K PS OFF 20m SSB.jpg‎
Visite: 68
Dimensione:   245.0 KB
ID: 17538   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SPE 1.5K PS ON 20m SSB.jpg‎
Visite: 70
Dimensione:   229.8 KB
ID: 17539  
I4LEC non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 01-12-17, 11:01   #2
IW3FVZ
Junior Member
 
Registrato dal: Jul 2017
Messaggi: 3
Re: Nuovo Expert 1.5K-FA

Ciao,
interessante combinazione..avendo piu o meno la stessa radio... mi piacerebbe avere i dettagli...

mail fabio chiocc. iw3fvz.it

Grazie 1000
IW3FVZ non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 04-12-17, 12:35   #3
IK2SAI
Member
 
Registrato dal: Feb 2012
Messaggi: 10
Re: Nuovo Expert 1.5K-FA

Molto interessante! Grazie per la condivisione.
Deduco che la produzione sia stata avviata!
Mi piacerebbe sapere il livello di potenza che hai raggiunto, Claudio, con il pilotaggio di 10 W. Parli di un 80% della pOut max ma non del valore effettivo.
73 de Tibor, IK2SAI
IK2SAI non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 04-12-17, 12:54   #4
IZ5CML
Moderator
 
L'avatar di IZ5CML
 
Registrato dal: Aug 2007
ubicazione: Empoli, JN53LR
Messaggi: 3,638
Re: Nuovo Expert 1.5K-FA

Il fatto che monti un Ldmos da 1800w, credo che garantisca senza problemi la potenza massima annunciata, il problema è quanto si parlava di 1400-1500w con ldmos da 1200
__________________
DX ! What else !?
IZ5CML è  collegato   Rispondi quotando
Vecchio 04-12-17, 18:14   #5
I4LEC
Senior Member
 
L'avatar di I4LEC
 
Registrato dal: Jun 2010
Messaggi: 246
Re: Nuovo Expert 1.5K-FA

Per la potenza massima, non posso che avallare quanto riportato da Enrico, Tibor vedi il dettaglio sotto, non ho potuto raggiungere la potenza nominale solo per mancanza di driver.

Altro aspetto interessante, sicuramente il rendimento molto alto, con una dissipazione del modulo veramente minima rispetto al nominale di 1800W, anche se ad onor del vero questi lo sarebbero alla massima alimentazione di 65V, a 55V bisognerebbe dare un'occhiata al data sheet .

73, LEC

Band P IN (W) Gain dB
10 10 1210 20,83
12 10 1115 20,47
15 10 1275 21,06
17 10 1364 21,35
20 10 1350 21,30
30 10 1275 21,06
40 10 1305 21,16
80 10 1140 20,57
160 10 1192 20,76
I4LEC non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 04-12-17, 20:27   #6
IK2SAI
Member
 
Registrato dal: Feb 2012
Messaggi: 10
Re: Nuovo Expert 1.5K-FA

Claudio grazie infinite per la tua cortesia.
Sono in lista d'attesa per questo apparecchio e le tue valutazioni mi hanno fatto molto piacere.
Detto ciò...una domanda l'avrei. Non riguarda l'aspetto relativo alle emissioni quanto invece lo stress del transistor LDmos.
Osservando i vari data sheet noto che gli amplificatori hanno tre livelli di potenza diversi e che questi livelli sottintendono una tensione di alimentazione del finale diversa.
La domanda è questa:
con l'obbiettivo principale di far andare l'apparecchio più tranquillamente possibile (sempre su carico fittizio naturalmente per pura goduria) è meglio (volendo ottenere ad esempio da un oggetto come questo 1.5K una uscita di 1kW) andare abbastanza decisi con la potenza d'ingresso ponendo l'ampli su MID power oppure andare in alta potenza riducendo drasticamente l'ingresso?
Cioè: cos'è che stressa di più l'apparecchio...bassa tensione di alimentazione all'LDMOS con entrata decente o una più alta tensione di alimentazione e una corrispondente riduzione della potenza d'ingresso?
IK2SAI non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 07-12-17, 10:39   #7
I4LEC
Senior Member
 
L'avatar di I4LEC
 
Registrato dal: Jun 2010
Messaggi: 246
Re: Nuovo Expert 1.5K-FA

Quote:
Originariamente inviata da IK2SAI Visualizza il messaggio
Claudio grazie infinite per la tua cortesia.
Sono in lista d'attesa per questo apparecchio e le tue valutazioni mi hanno fatto molto piacere.
Detto ciò...una domanda l'avrei. Non riguarda l'aspetto relativo alle emissioni quanto invece lo stress del transistor LDmos.
Osservando i vari data sheet noto che gli amplificatori hanno tre livelli di potenza diversi e che questi livelli sottintendono una tensione di alimentazione del finale diversa.
La domanda è questa:
con l'obbiettivo principale di far andare l'apparecchio più tranquillamente possibile (sempre su carico fittizio naturalmente per pura goduria) è meglio (volendo ottenere ad esempio da un oggetto come questo 1.5K una uscita di 1kW) andare abbastanza decisi con la potenza d'ingresso ponendo l'ampli su MID power oppure andare in alta potenza riducendo drasticamente l'ingresso?
Cioè: cos'è che stressa di più l'apparecchio...bassa tensione di alimentazione all'LDMOS con entrata decente o una più alta tensione di alimentazione e una corrispondente riduzione della potenza d'ingresso?
Tibor,
auspicavo un inserimento tecnico teorico a riguardo, visto che non c'è stato, non avendo avuto modo di analizzare il data sheet, ti riporto le mie osservazioni.

Direi lo stress maggiore per il componente essere il fattore termico, da quel che ho constatato, per la potenza di utilizzo che indichi, l'utilizzo in MID comportava un'escursione termica inferiore, quindi miglior efficienza (peraltro già ottima) al prezzo di una leggera diminuzione della linearità, che a questi livelli è impercettibile.

Detto ciò, opterei per un utilizzo in MID, aumentando leggermente il drive fino al target voluto.

73, LEC
I4LEC non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 08-12-17, 13:29   #8
IK2SAI
Member
 
Registrato dal: Feb 2012
Messaggi: 10
Re: Nuovo Expert 1.5K-FA

Grazie Claudio.
Non resta che attendere l'arrivo dell'apparecchio!
Buone festività e 73 de Tibor, IK2SAI
IK2SAI non  è collegato   Rispondi quotando
Rispondi

Segnalibri

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 14:23.


Powered by vBulletin versione 3.8.6
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it