hamradioweb.org

 


Vai indietro   hamradioweb.org > Discussioni / Areas of discussion > Generale

Avvisi

Generale Argomenti di carattere generale di interesse per i radioamatori.

Rispondi
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 22-01-19, 19:16   #1
I4LEC
Senior Member
 
L'avatar di I4LEC
 
Registrato dal: Jun 2010
Messaggi: 288
SDR School

Non è mia abitudine postare link, in questo caso, non ho potuto farne a meno.

Per chi vuole approfondire il tema, W8KFJ ha postato 2 di 3 episodi inerenti al tema di cui l'oggetto.

Li ho trovati ben redatti, chiari, spiegati in maniera semplice, adatti anche ad un pubblico senza una preparazione specifica.

Grazie a Dave e buona visione

LEC



I4LEC non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 23-01-19, 10:40   #2
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
ubicazione: JN54rr
Messaggi: 487
Re: SDR School

Quote:
Originariamente inviata da I4LEC Visualizza il messaggio
... ben redatti, chiari, spiegati in maniera semplice, adatti anche ad un pubblico senza una preparazione specifica.
Ben redatti, chiari, spiegati in maniera semplice, posso concordare;
adatti anche ad un pubblico senza una preparazione specifica lo riscriverei come adatti solo per un pubblico senza preparazione specifica.
A parte il nonsense di no-more-roofing-filter evviva! seguito da acquistiamo a costi ben maggiori del roofing filter un preselector, altrimenti siam fatti, non affronta alcuni temi principali - evangelisticamente parlando - che sono, imho:
  1. use an excellent hardware to make a software defined radio
    (why not: use an excellent hardware to make a hardware defined radio?)
  2. ADC 14bit, dinamica e risoluzione per 16000 livelli di campionamento da applicare alle sinusoidi che arrivano S1 e contemporaneamente a quelle che arrivano S9 (+48dB mi sembra un 200X)
  3. problematiche legate alla (relativamente) bassa risoluzione (leggasi: facciamo onde quadre - campionamento - e tante, e si sa, Fourier dixit, come sono interpretabili...)
Forse mi sono arrabbiato perche' si lamenta della immagine in una supereterodina e poi fa gli sberleffi a Nyquist...
O forse... son troppo ingegnere...
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 25-01-19, 11:15   #3
I4LEC
Senior Member
 
L'avatar di I4LEC
 
Registrato dal: Jun 2010
Messaggi: 288
Re: SDR School

Caro Marco,
sarei per togliere il forse dall'ultima espressione, anche con un discreto bagaglio di nozioni ed esperienze, ravvedo comunque l'opportunità di cogliere qualche elemento utile aggiuntivo o a completamento di qualche nozione parziale, almeno per me lo è stato.

Sempre dal fondo, essere obiettivi non è sicuramente semplice, un certo "bias" è avvertibile nella sua esposizione, come pure nella tua reazione, l'importante è non scadere in una contrapposizione ideologica.

E' chiaro quali siano le tue preferenze, nel merito del no more roofing filter, l'esperienze pregresse, l'uso degli stessi e senza appellarmi ai costi, è solo un gran sollievo poterli dismettere, prova a chiedere ai miei vicini, quando in CW in contest, quale l'architettura preferibile per meglio discriminare la moltitudine di stazioni chiamanti (latenza, distorsione di fase introdotta da molteplici celle per ridurre la BW all'estremo.

Dell'argomento dinamica ne abbiamo già parlato in privato, l'esperienza giornaliera sul campo, mi ritorna sistematicamente un falso problema, il sistema è ottimo per ascoltare un S1 quando in presenza di un S90 +48dB, il vantaggio è proprio quello di non dover usare alcun strumento se non se ne presenta la necessità, con la consapevolezza di non perdere assolutamente nulla, come nell'eloquente immagine qui sotto riportata, per beneficio di tutti.

RX senza preselettore, campionamento di tutta la banda HF+6m, molteplici forti segnali in banda, i vicini a S9+65, nessuna attenuazione su un RX che in laboratorio va in saturazione in presenza di un singolo segnale a -10dBM, cioè 2dB prima del solo segnale dei vicini?, com'è possibile che in realtà ciò non avvenga sul campo?, anche se in un contesto ben più penalizzante?, l'ingegnere che è in te lo sa meglio di me......
73, LEC
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   IR4X-20m_small.jpg‎
Visite: 49
Dimensione:   557.9 KB
ID: 18802  
I4LEC non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 27-01-19, 01:40   #4
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
ubicazione: JN54rr
Messaggi: 487
Re: SDR School

Ok, mi sgridano qui xche' nn sono chiaro e dal tuo post vedo che han ragione, quindi chiarisco il mio.
Il punto 1 era una critica alle parti della presentazione in cui segnalava la necessità di un excellent hw per avere una buona radio. Un ft5000 è un excellent hw per un hw defined radio. Per sdr è, secondo lui, mandatory un excellent hw.

Che poi è il seguito della prefazione: che costo inutile il (roofing, altro whatsapp) filtro di prima if (banda ricevuta in quel dato istante da un rx)... ah, in un sdr ci vuole il filtro (sulla bada ricevuta in quel dato istante) anche lì.

Excellent hardware (filter, roofing or preselector), excellent sdr... hdr too!

Il punto 2 (in effetti anche il 3, su un tema differente) evidenzia come ad oggi la risoluzione di un adc sia, non per la ricezione di segnali tv, tutti allo stesso livello e con modulazioni (consentimi) in continuo divenite (dvb, dvb2... noi siamo ssb ed gm da 50 anni), ma hf (om) non adatto: il numero di livelli campionati per ogni possibile (per noi parecchi, per le tv no) livello di segnale è esiguo. Facciamola breve (spero di esser chiaro): tanti scalini, tante onde quadre, tante sinusoidi (mio richiamo a fourier), tanto rumore di fase. Come dice lui, MAGIC (parola da usare quando si sceglie di non entrare nei dettagli della matematica, che però fa comodo conoscere per sapere come stan le cose!).

Mi arrabbio per la sua evidenziazione della frequenza immagine come un difetto (non mi metto ad inviargli un mio filmato in cui evidenzio i pregi di un rx 14MHz con dual-watch a 3.5, 9+-5.5) per poi esaltare la stessa cosa (in ambito digitale) come un pregio! Vero fintantochè i livelli (e la quantizzazione) son tali da poter trascurare il rumore di fase (MAGIC)!

Ma allora perchè un sdr va meglio? Perchè impariamo a trovare la posizione sul menu di whatsapp? Perchè Windows 10 (e mac os X) ci frega?
Perchè oggi 9 su 10 si applicano sul NEW e non sull'UPDATED.
Quanti di noi variano il guadagno di if (*******i, si fa solo da extended menu) in un ft1k a seconda delle condizioni di rx? Non per imitare Dio... quanti switchano il tipo di rf-amp a seconda delle condizioni? Quanti usano il preselector? E parlo di un ft1k, non di un ft5k.

Sono assolutamente a favore delle tecnologie digitali in ham radio, sono stato fra i primi ad avere un dsp, anzi tre nello stesso periodo e due sempre in linea!

Ma che una radio a galena (o sdr dir che si voglia) sia il top della tecnologia, eh no, facile a dirsi (come i numeri dei signori della Radio Hit Parade) ma non facile da dimostrarsi, anche se... basta usar non al meglio una tecnologia ed al meglio un'altra per... rientrare in classifica.

Insomma, a mio avviso ci sono om tanto in gamba qui che, entusiasmandosi per una seconda gioventù, per le nuove scoperte, fan funzionare bene anche le radio a galena digitali (sdr).
Che dirgli? Bravi, ma attenti che arriva Silvano (si fa x dire) che gli bagna il becco con un SX146! E soprattutto cerchiamo di rimanere obiettivi sulla matematica, altrimenti ci ritroviamo i lineari in classe E su Youtube fra poco...

Concludendo, secondo me (secondo te lo so) SDR NO?
Absolutely wrong, sdr si, ma, ad esempio, e quando arriveranno, nel settore satellitate, dove i segnali (1GHz-20GHz) sono livellati (e bassi), le frequenze cambiano ogni 2x3, le modulazioni pure, il doppler (se usiamo un agc in hf...) va compensato dall'tx e non dall'opetatore, e tanto un processore devo mettercelo xchè il dsp mi serve.

Quella sarà una sdr school su Youtube che avrà il mio plauso!

73s de Marco, i4mfa, Technology Evangelist
(per lavoro e... sigh, in questo caso, anche nell'hobby)
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 23-03-19, 19:11   #5
I4LEC
Senior Member
 
L'avatar di I4LEC
 
Registrato dal: Jun 2010
Messaggi: 288
Re: SDR School

Terza e credo ultima puntata...

Da Settembre magari organizziamo qualche open house

73, LEC

I4LEC non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 23-03-19, 20:04   #6
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
ubicazione: JN54rr
Messaggi: 487
Re: SDR School

Qui suggerisco di porre attenzione ai minuti 5 e 25.

Al minuto 5 spiega cosa sia un FPGA.
Consentitemi la sintetizzazione: evidenzia come SDR = H/W + S/W (quindi sarebbe meglio dire HSDR H/W e S/W Dualway Radio, ma allora... dal 2000 sono tutte HSDR) ma la parte H/W e' un FPGA.
Per via della FP in FPGA come possiamo ottimizzare l'H/W? Quindi molto meglio un bel Dual Gate MOS ottimizzato!

Al minuto 25 spiega che e' complicato, ma vantaggioso, gestire i parametri di amplificazione; ma questi parametri (SW) sono presenti (ad esempio) nell'hidden menu del FT1000, nel menu di selezione caratteristiche (parlo dei differenti - 3 - tipi di preamplificatori), in alcuni tasti (IPO, ATT) direttamente disponibili. Vero e' che ATT=0|6|12|18 non e' una possibilita' di variazione lineare (come nel s/w) ma se partiamo dal presupposto che complicato no grazie, ciao ti saluto che ottimizziamo! Anche una quad e' complicata se vuoi un buon FtB (e te la fai), semplice se ti accontenti di uno discreto (e te la compri). Sta di fatto che non possiamo - imho - che battezzare complicato un apparato eccellente.

In sintesi (5'), meglio un h/w ottimizzato mi pare ovvio (SDR -1), se devo eccellere devo passare per il complicato (visto che la situazione migliore dipende dai segnali del momento e non e' statica) e quindi qui direi pareggio, nel enso che se non usi le feature in una radio tradizionale non le usi nemmeno in un SDR (che poi e' la sua tesi).

Mi ricorda un tantino il decoder dvb-tv che mettiamo davanti al Sony analogico perche' ha un bel colore... SE i tempi cambiano, passiamo alla DVB2-TV a LED, SE i tempi cambiano, passiamo alla XSSBX (non so che modulazione si, ma ha vantaggi e la posso ottenere solo via s/w, quindi SDR!)

Criptico e sintetico come al solito (gli addetti ai lavori comunque capiranno) ma mi pare con meno errori di sintassi del post precedente!

E, si!, openhouse! Ma con le orecchie di LCK su una radio H/W next generation che al limite cipollo io per lui! (chissa' se il concetto e' chiaro...).
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 24-03-19, 12:23   #7
I4LEC
Senior Member
 
L'avatar di I4LEC
 
Registrato dal: Jun 2010
Messaggi: 288
Re: SDR School

Soccia...Marco,
adesso capisco cosa vuol dire resistenza al cambiamento, ho guardato il filmato il giorno dopo averlo postato, dal mio punto di vista, bastava dire, carrellata sui principali SW di gestione più qualche inciso sulle peculiarità di ognuno....

quote
se non usi le feature in una radio tradizionale non le usi nemmeno in un SDR (che poi e' la sua tesi).
unquote

Peccato molte siano omesse sulle tradizionali e laddove pseudo presenti, vedi il doppio RX con OL in fase per entrambi, manchi la funzione di beam steering, diversity, etc., per non parlare del Controled Envelope (CE SSB), Continuous Frequency Compression (CFC) pre e post più phase rotator, Pure Signal (aka pre-distorsione), tanto per citarne alcune, che in realtà eccome se vengono usate.

Come vedi è solo questione di prospettive.........

Un caro Saluto e alla prossima puntata, ho già qualcosa in serbo, così ti tengo vispo.
73, LEC
I4LEC non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 24-03-19, 19:01   #8
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
ubicazione: JN54rr
Messaggi: 487
Re: SDR School

Che uno con vent'anni piu' di me mi dia del vecchio mi mancava!
Quanto sopra (nota per lettori diversi da LEC che mi conosce) e' una battuta di spirito!
Sono assolutamente d'accordo che le top-feature siano presenti sui top-rtx punto; di conseguenza se la tesi sul secondo punto (quindi direi che il primo e' andato a segno) e' quella che un algoritmo s/w permette piu' facilmente - anzi, gratuitamente! - di inserire cose che potremmo classificare come soluzioni di ottimizzazione (soluzioni di diversita' gia' concordavo, vedi discorso su XSSBX), concordo.
Anzi, debbo ammettere che parte delle feature da te citate mi prendono in contropiede: "doppio RX con OL in fase per entrambi, ... beam steering, diversity, ... Controled Envelope (CE SSB), Continuous Frequency Compression (CFC) pre e post ... phase rotator, Pure Signal".

Su queste si' che concordo in un open house su cosa sono, quando servono, come usarle.

Non accetto il soccia: SDR for dummies e' un titolo, SDR Elementary School e' un titolo, SDR School suona molto University e qui' siamo lontani anni luce dalla verita'; lo so che i radioamatori non debbono parlare di religione, quindi paragone da evitare, ma a me, cattolico, uno che inizi con Gesu' e' stato un bravo ragazzo mi fa diventare... elicottero (quello a cui girano le pale) e come Engineer because genious, not an academic title pure!

Quindi se tiriamo in ballo (che so) CFC, diciamo (cosa e' e) quando serve (magari come usarla); se vogliamo dire che un sistema da 500E SDR e' piu' performante di un sistema tradizionale da 500E, parliamone; se vogliamo presentare qualcosa al volgo, usiamo il titolo giusto: la scuola e' tecnica e deve (per la parte matematica) essere perfetta.

Non e' resistenza al cambiamento, e' la stessa opposizione che ho ai tutor di propagazione ionosferica che ogni tanto saltan su con lo stesso livello di tecnica a fare degli sproloqui sulla fatina dei denti che porta i dx agli om che usano Kenwood. E tutti ci credono ed i Kenwood diventan le radio migliori!

La tecnologia punta in due direzioni: flessibilita' del prodotto ed eccellenza del prodotto. Il radioamatore e' un servizio di autoistruzione e sperimentazione individuale. Quindi una university ed un lab. Per il primo punto ci servono skill ma per il secondo qualified meters. Seguendo questa linea di ragionamento mi permetto di suggerire ai nostri lettori una crescita utilizzando prodotti eccellenti, cosi' come ad una diversa platea potrei suggerire una crescita utilizzando prodotti flessibili. SDR nasce come prodotto flessibile e a tuttoggi (in virtu' delle due tipologie di ricerche descritte) non puo' che rimanere in questo ambito.

Ben venga il TS140S-DR a 175E, lo compro (come driver per il transverter satellitare); pero' IO nello shack metto l'FTDX5000 (quando impazzisco e decido di spendere quella cifra). [scusa la citazione con radio storiche]
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 24-03-19, 19:03   #9
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
ubicazione: JN54rr
Messaggi: 487
Re: SDR School

Quote:
Originariamente inviata da I4LEC Visualizza il messaggio
Come vedi è solo questione di prospettive.........
Un caro Saluto
E si! concordo e penso che queste prospettive siano utili non tanto a noi quanto a chi ci legge. Speriamo che non pensino solo che ci stiam facendo la guerra, sarebbero... aretini!
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Rispondi

Segnalibri

Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 20:44.


Powered by vBulletin versione 3.8.6
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it