hamradioweb.org

 


Go Back   hamradioweb.org > Discussioni / Areas of discussion > Autocostruzione

Notices

Autocostruzione richieste di aiuto, scambio di esperienze e informazioni, progetti e tutto quanto riguarda questo aspetto fondamentale dell'essere radioamatori

Reply
 
Thread Tools Search this Thread
Old 16-10-18, 10:10   #1
iw5eij
Senior Member
 
iw5eij's Avatar
 
Join Date: May 2009
Location: JN53ps
Posts: 597
PA a stato solido, una curiosità

Sono molto interessato agli sviluppi che hanno avuto le tecnologie sui PA a stato solido.

Siamo passati dai progetti di cui al noto foglio EB104 di motorola agli attuali LDMOS che permettono potenze notevoli con schemi applicativi di relativa semplicità.

I PA commerciali hanno purtroppo prezzi poco popolari e mi piace ipotizzare autocostruzioni (che magari non farò mai).

Ho notato che si trova molto di pre-montato per costruirsi un oggetto del genere.

Ora vedo sul noto sito eb104.ru un modulo con due VRF2933 che viene dichiarato per una potenza di 300w.
https://eb104.ru/internet-magazin/sh...and-controller

Io ho in mente come riferimento il KPA500 di Elecraft che sarebbe l'ideale se non avesse un prezzo a mio veder esoso.
Lo schema del KPA, appunto, prevede 2 x VRF2933




La domanda è: perchè il russo ci tira fuori metà potenza di quella del KPA?

(E il KPA l'ho visto con i miei occhi tirar fuori 5/600W)

Sono curioso di conoscere le vostre opinioni/considerazioni: magari io ho fatto un errore di base nel confronto?



_
__________________
little pistol station op. Leo - stazione Yaesuita
IW5EIJ's website


ARI Firenze


Radio what's new?
Radio, someone still loves you


de IW5EIJ / KK6TIF
iw5eij non  è collegato   Reply With Quote
Old 16-10-18, 22:22   #2
IK4AUY
Senior Member
 
IK4AUY's Avatar
 
Join Date: Jul 2012
Location: Bologna - Italy
Posts: 243
Re: PA a stato solido, una curiosità

Il sito indicato parla di 20 watt in per 300 watt out.

Il KPA 500 da me provato per gentile prestito di Bianconi appena uscì a suo tempo è stato da me recensito in questo mio articolo al link dal mio sito web
http://ik4auy.xoom.it/pdf%20files/kpa500%20review.pdf

IL KPA500 in banda 20 metri con P in di 25W la P Out era di 310 watt, assolutamente in linea con quanto dichiarato da tale sito, mentre con P in di 39/40 watt la sua P out era 500 Watt.
Posso immaginare che se di limitazione dovesse trattarsi nel sito russo possa fare riferimento o ad un uso come amplificatore per apparati QRP o perchè basato su una progettazione complessiva per assicurare un adeguato funzionamento al livello piu' contenuti di 300w in quanto componenti usati come i toroidi e soprattutto i condensatori (molto critici a RF in potenza) tali da non poter supportare con adeguato margine 500 watt (che poi in presenza di ROS d'antenna le tensioni presenti aumentano), mentre se adeguatamente dimensionati e utilizzando condensatori idonei alla RF per i livelli di potenza maggiori, i costi complessivi sono poi maggiori, ma puoi permetterti di arrivare ad un punto di lavoro come quello che eroga il KPA 500 o vedi il BLA600 che monta LD Mosfet di piu' moderna progettazione tutta italiana ed in 20 metri con circa 20 watt in eroga 500 watt out minimo. Saluti IK4AUY

Last edited by IK4AUY; 16-10-18 at 22:28.
IK4AUY non  è collegato   Reply With Quote
Old 17-10-18, 14:15   #3
iw5eij
Senior Member
 
iw5eij's Avatar
 
Join Date: May 2009
Location: JN53ps
Posts: 597
Re: PA a stato solido, una curiosità

Grazie AUY per la risposta e per il tuo report.

Nel frattempo ho razzolato in giro, cercato altrove e avuto altri riscontri.
Il punto appare proprio esser le differenti condizioni di funzionamento soprattutto per quanto riguarda la IMD tar il KPA e il progetto del sovietico che resta sul conservativo.
Sono interessanti i test report del KPA per l'approvazione FCC dove è evidenziato il contenuto armonico ecc.

Lo schema progettuale con i due mosfet è forse già vecchio, superato dai più moderni LDMOS, ma ha costi di realizzazione molto contenuti.
__________________
little pistol station op. Leo - stazione Yaesuita
IW5EIJ's website


ARI Firenze


Radio what's new?
Radio, someone still loves you


de IW5EIJ / KK6TIF
iw5eij non  è collegato   Reply With Quote
Old 18-10-18, 08:41   #4
iw7dmh
Senior Member
 
iw7dmh's Avatar
 
Join Date: Dec 2007
Location: Lecce
Posts: 357
Re: PA a stato solido, una curiosità

Se può servire allego lo schema del PA300 in versione già assemblata, ed i grafici delle misure sulle varie bande.
Da quello che ho appreso, il lineare EB300 nasce per soddisfare la grandissima richiesta di un amplificatore da affiancare al SunSDR PRO2 che, a detta di Yana, RA3KBO, ha una emissione poco pulita al punto da mettere a rischio i transistor degli amplificatori di potenza più elevata. Talle appunto non vale, ad esempio, per la scheda base degli SDR Anan (Orion) che con 500-1000 mW pilota egregiamente gli amplificatori da 1000 e 2000 watt che montano il BLF188XR. Ci sono diverse prove video sul tubo.
Dall'altra parte, i produttori del Sun, interpellati durante l'ultima fiera in Germania, sostengono che sono gli amplificatori in questione ad avere una blanda protezione in ingresso, tant'è che gli Expert 1.3K, utilizzati in 3B7A, non hanno avuto alcun problema per tutta la durata della spedizione.
Insomma, una bella diatriba

73' Enzo
iw7dmh
Attached Thumbnails
Click image for larger version

Name:	03 - Logic Schema.jpg
Views:	113
Size:	66.2 KB
ID:	18559   Click image for larger version

Name:	04 - 160m.jpg
Views:	102
Size:	79.1 KB
ID:	18560   Click image for larger version

Name:	05 - 80m.jpg
Views:	91
Size:	81.4 KB
ID:	18561   Click image for larger version

Name:	06 - 40m.jpg
Views:	87
Size:	79.0 KB
ID:	18562   Click image for larger version

Name:	07 - 20m.jpg
Views:	82
Size:	78.9 KB
ID:	18563  

Click image for larger version

Name:	08 - 15m.jpg
Views:	81
Size:	81.3 KB
ID:	18564   Click image for larger version

Name:	09 - 10m.jpg
Views:	75
Size:	80.9 KB
ID:	18565   Click image for larger version

Name:	10 - 6m.jpg
Views:	79
Size:	77.9 KB
ID:	18568   Click image for larger version

Name:	11 - 160m-IMD3.jpg
Views:	84
Size:	87.0 KB
ID:	18569   Click image for larger version

Name:	12 - 20m-IMD3.jpg
Views:	84
Size:	90.3 KB
ID:	18570  

Attached Files
File Type: pdf 00-Schema.pdf (286.3 KB, 95 views)
__________________
Iscritto alla sezione ARI di LECCE www.arilecce.it
iw7dmh non  è collegato   Reply With Quote
Old 29-12-18, 15:12   #5
Ik7ytt
Junior Member
 
Join Date: Dec 2018
Posts: 2
Re: PA a stato solido, una curiosità

Quote:
Originally Posted by iw7dmh View Post
Se può servire allego lo schema del PA300 in versione già assemblata, ed i grafici delle misure sulle varie bande.
Da quello che ho appreso, il lineare EB300 nasce per soddisfare la grandissima richiesta di un amplificatore da affiancare al SunSDR PRO2 che, a detta di Yana, RA3KBO, ha una emissione poco pulita al punto da mettere a rischio i transistor degli amplificatori di potenza più elevata. Talle appunto non vale, ad esempio, per la scheda base degli SDR Anan (Orion) che con 500-1000 mW pilota egregiamente gli amplificatori da 1000 e 2000 watt che montano il BLF188XR. Ci sono diverse prove video sul tubo.
Dall'altra parte, i produttori del Sun, interpellati durante l'ultima fiera in Germania, sostengono che sono gli amplificatori in questione ad avere una blanda protezione in ingresso, tant'è che gli Expert 1.3K, utilizzati in 3B7A, non hanno avuto alcun problema per tutta la durata della spedizione.
Insomma, una bella diatriba

73' Enzo
iw7dmh

Scusate se non rispondo al post principale ma ad ultimo post i Enzo il perche’ lo leggerete dopo.

Ti confermo da utilizzatore del sunsdrpro2 e expert 1,3k che ho scoperto solo la scorsa settimana di avere lo stesso problema da te evidenziato.

Ho sempre usato i due in cina o altre location lontane da eu,dove le stazioni lavorabili sono nulle in confronto ed eu o us. ma in ogni caso nessuno mi ha mai evidenziato il problema quando sono in tx.

La scorsa settimana sono rientrato per natale e portato con me il sunsdrpro2.

Collegato al lineare che ho in italia (che uso tranquillamente con il flex e con ottimi risultati in qualita’ di emissioni e risposta audio) e’ successo di tutto.

Mi hanno anche detto che trasmettevo contemporaneamente in LSB+USB.

Quindi ho presto tutta la scorsa settimana a cercare settaggi rtx, settaggi microfoni, diversi tipi di microfono, controllando le emissioni del sunsdr e praticamente anche da solo risulta un po’ s*****….

dover cercare anche il lineare che piu’ gli si aggrada lo vedo un po’ ridicolo….poi oltre tutto non capisco ancora come faccia expert 1,3k ,che non e’ il massimo in emissione, ad andare bene invece.

Mi disciace perche’ dal punto di vista rx e’ ottimo, software pratico e molto funzionale viste le dimensioni e costo.

73 Andy ik7ytt
Ik7ytt non  è collegato   Reply With Quote
Old 01-01-19, 21:22   #6
iw7dmh
Senior Member
 
iw7dmh's Avatar
 
Join Date: Dec 2007
Location: Lecce
Posts: 357
Re: PA a stato solido, una curiosità

Ciao Andy,

sul forum Russo (del SunSDR) si legge che il problema degli spike è stato risolto da oltre un anno. Probabilmente il problema sarà un altro.
https://eesdr.com/en/forum-en/hardwa...s-on-vhf-2m-5w
Posseggo da pochi mesi il piccolo PRO2 è per ora mi sembra una macchinetta da guerra soprattutto in telegrafia.

73' e buon anno
iw7dmh
__________________
Iscritto alla sezione ARI di LECCE www.arilecce.it
iw7dmh non  è collegato   Reply With Quote
Old 03-01-19, 19:12   #7
I4LEC
Senior Member
 
I4LEC's Avatar
 
Join Date: Jun 2010
Posts: 304
Re: PA a stato solido, una curiosità

Quote:
Originally Posted by Ik7ytt View Post
Scusate se non rispondo al post principale ma ad ultimo post i Enzo il perche’ lo leggerete dopo.

Ti confermo da utilizzatore del sunsdrpro2 e expert 1,3k che ho scoperto solo la scorsa settimana di avere lo stesso problema da te evidenziato.

Ho sempre usato i due in cina o altre location lontane da eu,dove le stazioni lavorabili sono nulle in confronto ed eu o us. ma in ogni caso nessuno mi ha mai evidenziato il problema quando sono in tx.

La scorsa settimana sono rientrato per natale e portato con me il sunsdrpro2.

Collegato al lineare che ho in italia (che uso tranquillamente con il flex e con ottimi risultati in qualita’ di emissioni e risposta audio) e’ successo di tutto.

Mi hanno anche detto che trasmettevo contemporaneamente in LSB+USB.

Quindi ho presto tutta la scorsa settimana a cercare settaggi rtx, settaggi microfoni, diversi tipi di microfono, controllando le emissioni del sunsdr e praticamente anche da solo risulta un po’ s*****….

dover cercare anche il lineare che piu’ gli si aggrada lo vedo un po’ ridicolo….poi oltre tutto non capisco ancora come faccia expert 1,3k ,che non e’ il massimo in emissione, ad andare bene invece.

Mi disciace perche’ dal punto di vista rx e’ ottimo, software pratico e molto funzionale viste le dimensioni e costo.

73 Andy ik7ytt
Primo post dell'anno, un ottimo 19 per tutti.

Andrea, ti anticipo averti ascoltato e visto in occasione di qualche tua chiamata DX in 80m, effettivamente l'attenuazione armonica degli ordini dispari era veramente risicata, avevo anche fatto una cattura, poi cancellata, per esaminarla meglio.

Ti riporto un datato report di Adam, dove alla potenza di targa, gli ordini dispari appaiono decisamente poco attenuati (un po' meglio nella seconda revisione).

Dovendo usare quasi tutta la potenza disponibile per portare l'1.3K alla potenza massima, se quella in uso, abbiamo un segnale del driver scadente che viene ulteriormente amplificato da un PA magari ben oltre la compressione di 1dB, che per quella serie di LDMOS interviene attorno al 70% della potenza di targa, guardando i data sheet, la linearità la mantengo attorno al 50% del loro valore max di targa.

Se poi la potenza, tramite l'equalizzazione, l'accentuiamo sui toni più bassi, quello che ne risulta è l'impressione di non aver soppresso la banda laterale opposta, esattamente quello che si poteva evincere dalla visione dello spettro.

Mi spiace dover avallare i commenti che hai ricevuto, l'unica ricetta credo sia di utilizzare entrambi, driver e PA, in maniera molto più conservativa, con un occhio di riguardo ad equalizzazione e gain microfonico.

n.d.r.
stante l'elevato guadagno di questi moduli a LDMOS, è anche la mia filosofia utilizzare un driver di bassa potenza, ci sono molteplici oggetti con caratteristiche RX equiparabili ai più blasonati RTX da 100W, peccato per lo stadio finale non sempre impeccabile (situazione non tanto diversa per quelli da 100W).

73, Claudio
Attached Files
File Type: pdf sunsdr2p_notes.pdf (2.57 MB, 44 views)
I4LEC non  è collegato   Reply With Quote
Old 04-01-19, 13:08   #8
Ik7ytt
Junior Member
 
Join Date: Dec 2018
Posts: 2
Re: PA a stato solido, una curiosità

Risposta x Enzo:

Ho sundsdrpro2 da piu' di un anno. Nel complesso e' un ottimo sdr anche se con qualche ma....x il problama in TX Roman mi ha ancghe scritto dicendo: usa sempre AGC e risolvi tutto.

Pero' la risposta non mi convince molto perche' dalle prove fatte in TX con sunsdrpro2 ed in RX con Colibri',Flex 6500, EladFM2 quindi 3 diversi panadapter piu' ft5000.la cosa non e' proprio come dice Roman.

Con diversi settaggi Agc On o Off, compressore max o min e varie altri settaggi risulta sempre un po' "s*****" verso il basso.

Quindi come dicono loro mettengo AGC limiti solo i danni di tutti i settaggi sbagliati ed hai una potenza minore e controllata.

La cosa che pero' devo provare e' con microfoni diversi. Il sunsdr ha 2 prese diverse per uso con 2 tipi di mic diversi + quello a PC.

Non credo cambi il brodo a mio avviso in TX non e' una classe AB ....ma tendente alla C.

Risposta x Claudio:

Ho sentito anche te in 80 in quei giorni e sono riandato a vedere il tuo tuo setup su qrz ......mi hai rimesso il pallino dell'anan. Me lo sono fatto passare piu' di una volta ma visti i risultati altalenanti con sunsdr credo che sia arrivata l'ora di provare finalmente ANAN. Il pallino e' per il 7000 , ma essendo sempre in giro partiro' dal 10e x abituarmi al software e poi vediamo.

Sempre rispondendo alle tue considerazioni ovviamente hai ragione se parti con modulazione non perfetta ovviamente l'amplificazionde non puo' che peggiorare.

Quando mi hai sentito di sicuro avevo le impostazioni sul sunsdr che usavo di solito dall'asia con expert 1,3k. Ma stavo usando un lineare della italab sembre a stato solito. Il lineare italab non e' tirato x il collo come expert infatti quando lo uso con flex ho risultati ottimi in termini di amplificazione/risposta audio.

La potenza in SSB del sunsdr e' di circa 10/12w perfetto per non mandare in overload expert ma basso per Italab che ha bisongo di almeno 30w in 80m....quindi la scarsa qualita' era tutta colpa del sunsdr.

La cosa che non ho mai fatto e' settare equalizzazione perche' e' presente solo da un paio di release software quindi (credo proprio in concomitanza di 3b7a) quindi devo vedere se settando quella corettamente elimino un po' di bassi e vedre se qualita' TX puo' migliorare....ma non sono fiducioso della reale riuscita di questo esperimento.

Eventuali prove sonpo rimandate al rientro in italia a febbraio. Dall'asia non ho molte possibilita' di confronti seri....essenso quasi sempre tutto chiuso ed avendo poco traffico locale.

Se trovo Anan 10.....credo proprio che ti scrivero' due righe in privato per qualche dritta
Ik7ytt non  è collegato   Reply With Quote
Reply

Bookmarks

Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +1. The time now is 08:17.


Powered by vBulletin® Version 3.8.6
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.