hamradioweb.org

 


Vai indietro   hamradioweb.org > Discussioni / Areas of discussion > Pali e tralicci

Avvisi

Pali e tralicci Quesiti, discussioni, fotografie, normative relative ai supporti meccanici delle antenne ad uso dei radioamatori.

Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 10-03-17, 13:52   #1
IZ8GAD
Junior Member
 
Registrato dal: Jul 2016
Messaggi: 4
Consiglio angoli per controventare traliccio

Salve ragazzi avrei bisogno di un consiglio. Tra poco inizierò a sistemare il mio traliccio telescopico da 9 metri della prosistel. Vi allego 2 foto con 2 diverse configurazioni di tirantatura la classica con angoli da 120° e quella da 90°.
Ho intenzione di tirantare sia in testa che ai piedi della gabbia rotore in più verrà tirantato anche l'elemento centrale. La zona di installazione è aperta a 360° con venti di media che vanno dai 30/40 fino ad un massimo reggistrato dalla mia davis di 92Km/h. Mi preoccupo soprattutto dei venti da nord che soffiano davvero sostenuti.
L'antenna che verrà montata per il momento è una UB-50 ed il rotore è uno yaesu G2800DXC. Per i tiranti userò Mastrant M, quindi Dynema puro da 5mm, con carico di rottura pari a 1150Kg, la minuteria sarà tutta di acciaio INOX AISI 316 compresi gli spezzoni di catena che si ancorano ai supporti.
Attendo suggerimenti dagli esperti.
Grazie per l'attenzione a presto ON-AIR

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   120 gradi.JPG
Visite: 125
Dimensione:   67.0 KB
ID: 16840

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   90 gradi.JPG
Visite: 125
Dimensione:   68.0 KB
ID: 16839
__________________
Vi veri universum vivus vici

Ultima modifica di IZ8GAD; 10-03-17 a 13:55
IZ8GAD non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 10-03-17, 19:11   #2
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
Messaggi: 174
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Premessa: mio padre (OM per amore del figlio) diceva ascolto tutti ma poi faccio a modo mio; ti consiglio di fare altrettanto!
Alcune considerazioni.
Il traliccio di cui parli e' il Traliccio telescopico PST900/T o il Palo con carrello?
Il primo e' maggiormente robusto del secondo, per cui ti critico il secondo (i problemi segnalati non si applicheranno sul primo e sarai maggiormente contento!) in queste mie osservazioni.
Se il traliccio ammette un antenna max 1mq (e quella citata rientra in tale categoria) significa (semplificando le formule) circa 70Kg di pressione del vento per il caso massimo da te citato.
Di conseguenza se ipotizzi un angolo del controvento in alto (suggerisco solo una fila sotto alla gabbia, quella sopra non serve, supposta la antenna a 20cm dalla gabbia) di 70 gradi, con un poco di matematica o geometria delle forze vedi che per ogni 10Kg che il tirante contrasta in senso orizzontale si produce uno sforzo verticale di 40Kg; io leggo per il suddetto palo Massimo carico verticale 100Kg e di conseguenza se il controvento contrastasse al 100% il suddetto sforzo avresti dei problemi, al centro della parte del palo fra due file di controventi; ritengo che il limite sia applicato al gancio di supporto del carrello, un palo come quello regge pesi ben maggiori.
Se invece hai un angolo di 45 gradi lo sforzo verticale equaglia quello orizzontale; con un angolo di 60 gradi lo sforzo verticale supera il limite del 20% e siccome la tua antenna ha una windarea di 0,67mq la pressione dimezza e quindi sei al 60% del massimo carico ammissibile.
Quindi, per prima cosa, calcolati l'angolo (peggiore) del controvento e cerca di non superare i 60 gradi.
Il palo in questione ammette un carico a torsione (io avrei detto flessione...) di 180Kgm; questo significa che - supposto un controvento realizzi un perfetto blocco del palo - i controventi possono essere posti, nel caso di una antenna da 1mq, ovvero 70Kg di sforzo orizzontale causato dal vento, a 2,5m sotto la antenna stessa; quindi, nel caso tu non possa rimanere sotto i 65 gradi con i controventi alti, le specifiche del costruttore indicano che ti bastano dei controventi con un angolo di 45 gradi a 2m sotto la cima, forse maggiormente facili da realizzare in spazi ristretti.
Per quanto poi riguarda i controventi stessi, ricorda che mentre quanto vento hai dalle tue parti e' statistica, gli sforzi che il palo subisce sono matematica: se per rottura intendiamo una distensione considerevole (5%) del cavo ed ammettiamo che il 50% del valore di rottura (600Kg nel tuo caso) non produca allungamento alcuno (<0,5%), se l'angolo e' 70 gradi 100Kg di sforzo verticale sono circa 110Kg sul controvento, che salgono a 145Kg nel caso di 45 gradi e 200Kg a 30 gradi; quindi sei di un bel fattore (4X) superiore nei controventi rispetto al resto del sistema; un diametro inferiore ti garantisce che quei serpenti non ti creino ostacolo, cosa molto importante; un fattore 4X significa dimezzare il diametro, ragion per cui ti suggerirei (se utilizzi quel robustissimo materiale, visto che i controventi in ferro zincato da 4mm di diametro tengono - se ben ricordo - 70Kg a rottura) di scendere a 3-4mm.
Per quanto riguarda il numero, quattro significa che uno puo' cedere ed ancora la struttura regge; io ne metterei quattro; il problema non e' che si rompa il cavo, ma che si sganci qualcosa. L'attacco sul muro, per colpa di un evento imprevedibile, ad esempio.
Concludendo, carta e penna e calcolati gli angoli, con i relativi valori di seno e coseno per definire gli sforzi.
Il punto debole del palo|traliccio a carrello e' il gancio, che viene tirato in basso dai controventi quando contrastano lo sforzo del vento; coa buffa che la sezione del tubo (che viene compressa dai controventi con gli algoritmi descritti) sia cosi' grande e quella del gancio sia mingherlina (al confronto).
Porre i controventi in basso e' una soluzione valida sul palo, validissima sul traliccio; ovviamente (vedi i valori di flessione) senza esagerare.
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 11-03-17, 16:38   #3
i7phh
Senior Member
 
L'avatar di i7phh
 
Registrato dal: Aug 2007
Messaggi: 1,492
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da IZ8GAD Visualizza il messaggio
Salve ragazzi avrei bisogno di un consiglio. Tra poco inizierò a sistemare il mio traliccio telescopico da 9 metri della prosistel. Vi allego 2 foto con 2 diverse configurazioni di tirantatura la classica con angoli da 120° e quella da 90°.
Ho intenzione di tirantare sia in testa che ai piedi della gabbia rotore in più verrà tirantato anche l'elemento centrale. La zona di installazione è aperta a 360° con venti di media che vanno dai 30/40 fino ad un massimo reggistrato dalla mia davis di 92Km/h. Mi preoccupo soprattutto dei venti da nord che soffiano davvero sostenuti.
L'antenna che verrà montata per il momento è una UB-50 ed il rotore è uno yaesu G2800DXC. Per i tiranti userò Mastrant M, quindi Dynema puro da 5mm, con carico di rottura pari a 1150Kg, la minuteria sarà tutta di acciaio INOX AISI 316 compresi gli spezzoni di catena che si ancorano ai supporti.
Attendo suggerimenti dagli esperti.
Grazie per l'attenzione a presto ON-AIR

Allegato 16840

Allegato 16839
Ascolta tutti ma alla fine affidati ai consigli del costruttore...... è sempre meglio..... :-)
__________________
73
Gianni
i7phh

IQ7AF - II7P - IJ7A - ID8/IQ8CS Team
www.i7phh.it
i7phh non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 12-03-17, 05:18   #4
I0GOD
Senior Member
 
Registrato dal: Aug 2008
Messaggi: 327
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Io uso il traliccio ProSistel T40 a carrello con la stessa tua antenna, la UB50. E' montato al centro del solaio quadrato su una base che è incorporata nel reticolo della gettata in cemento armato, fatta all'atto della costruzione del villino dove vivo. Il traliccio ha due ordini ci controventi (in testa e in basso sul carrello) con Bayco 6 mm. la distanza dalla base degli attacchi va da minimo 7.39 metri al massimo di 8.4 metri quindi siamo con un angolo di 45 gradi. Il sistema sta su dal Marzo dell'anno scorso e si è preso delle bufere di vento che qui a Roma hanno fatto danni pesanti ad alberi ed edifici. Se vai su QRZ.COM vedi la foto della installazione. La parte critica di queste installazioni sono sempre i fissaggi alla casa ma nel mio caso il problema non si pone perchè essi fanno parte della struttura del solaio (base e strappi sono parte dell'armatura della gettata). Credo che 4 controventi siano meglio di 3 perchè le forze si distribuiscono meglio e ovviamente due ordini di stralli, sopra e sotto, al traliccio e dormi tranquillo. L'unica cosa che ho cambiato sul traliccio è l'anello reggispinta (è ridicolo) con la boccola in teflon di testa con un cuscinetto reggispinta conico Yaesu da 50 mm. Intorno al cuscinetto ho preparato una cuffia protettiva antisabbia e antiacqua. Il motore è un HAM IV.
73 Godifredo
I0GOD è  collegato   Rispondi quotando
Vecchio 13-03-17, 07:46   #5
IZ8GAD
Junior Member
 
Registrato dal: Jul 2016
Messaggi: 4
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Grazie ragazzi per le risposte tecniche.Come GOD la distanza dei tiranti tra la base del traliccio ed il punto di ancoraggio va da un minimo di 6m ad un massimo di 9m nella configurazione con 4 tiranti con angoli orizontali di 90° (quindi rispetto ampiamente i 45° di angolo verticale per ogni tirante), mentre nella configurazione con 3 tiranti a 120° la distanza tra traliccio e fissaggio tiranti va da un minimo di 6 ed un massimo di 11m ed anche in questo caso gli angoli verticali dei tiranti sono di 45°.
Il mio traliccio è un telescopico prosistel da 9 metri con tre sezioni dalla base 50cm, 40 e 30cm di lato all'apice. Mi aspettavo una risposta di Gianni PHH giusto per la condivisione di informazioni ma certamente lo chiamerò in giornata per ulteriori delucidazioni.
Credo mi affidi alla configurazione con 4 tiranti con angoli orizzontali a 90° in modo da distribuire le forze su più punti e non stressare attacchi e tiranti, anche se super dimensionati, mentre per gli ordini di tiranti sono indeciso se farne solo all'apice ed ai piedi della gabbia oppure apice gabbia ed apice dell'elemento centrale del traliccio. ma se voglio un ulteriore margine di sicurezza farei apice e piedi gabbia ed apice elemento centrale....
Se avete altri consigli sono ben accetti.

Grazie a tutti e buon inizio settimana.
__________________
Vi veri universum vivus vici
IZ8GAD non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 13-03-17, 11:23   #6
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
Messaggi: 174
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da IZ8GAD Visualizza il messaggio
... distanza dei tiranti tra la base del traliccio ed il punto di ancoraggio ... 6m ... 9m ... traliccio ... telescopico prosistel da 9 metri con tre sezioni ... 50cm, 40 e 30cm di lato ... configurazione con 4 tiranti ... in modo da ... non stressare attacchi e tiranti ... per gli ordini di tiranti ... all'apice ed ai piedi della gabbia oppure apice gabbia ed apice dell'elemento centrale del traliccio ... un ulteriore margine di sicurezza farei apice e piedi gabbia ed apice elemento centrale
Quindi tu hai un Traliccio telescopico PST900/T. Robustissimo. Bene.
Hai una distanza considerevole fra i tiranti ed il traliccio. Bene.
Considerazioni.
Non esiste il conceto di stressare meno quando parliamo, come in questo caso, di una struttura soggetta a valori di sforzo (se vuoi te li calcolo, ma penso chiunque possa confermarti non superiori, nel caso peggiore, al 50% del massimo ammissibile) distanti da quelli di collasso.
Esiste il concetto di point-of-failure: con quattro controventi, se, per qualsiasi possibile evento eccezionale, uno cede, i tre rimanenti suppliscono alla stabilita' strutturale. Per questo motivo suggerisco fortemente quattro.
Per quanto riguarda il punto di attacco ed il numero, tieni presente che
- un controvento preme il traliccio verso il basso; detto sforzo di compressione ha il suo punto critico a meta' strada fra i due punti fissi del tralicio;
- il suddetto sforzo dipende dalla pressione del vento sulla antenna;
- la pressione del vento sulla antenna esercita anche uno sforzo di flessione sul traliccio;
- possiamo eguagliare (semplificazione che in casi come questo non crea problemi) lo sforzo di flessione e lo sforzo di compressione.
Da quanto sopra discende che, ipotizzando due serie di controventi, il loro posizionamento ottimale risulta:
- per i controventi ad altezza maggiore, al 70% della altezza del traliccio: la parte (30%) sopra ad essi subisce uno sforzo di flessione pari a meno del 50% dello sforzo di compressione esercitata;
- per i controventi ad altezza inferiore, al 35% della altezza del traliccio: si dimezza lo sforzo di compressione, riportandone i valori al livello di quelli di flessione.
Quindi 35% e 70%; se il punto ottimale deve essere scelto fra due possibili, 30% e 60% oppure 40% e 80%, meglio la seconda in quanto risulta plausibile un domani porre maggior stress sulla parte alta (ad esempio una antennina vhf in cima al mast di due metri).
SE capisco bene come funziona questo traliccio, il secondo elemento rimane interno al primo per circa 20-50cm, il terzo rimane interno per 20-30cm ed in cima ad esso si posiziona un elemento gabbia di circa 1m.
In questo caso il punto a 2,80m di altezza ha (apparentemente) una notevole (raddoppiata) robustezza, ragion per cui dal punto di vista delle forze in gioco appare maggiormente opportuno un fissaggio dei controventi inferiori a meta' della seconda sezione.
Il fissaggio dei controventi superiori in cima alla terza sezione, sulla parte inferore della gabbia rotore, oltre a garantire un metro di spazio libero per un corretto svogimento dei cavi coassiali attorno al traliccio, rispetta (abbastanza: 85% se non si considerano altre antennine sul mast ma solo una poco sopra la fine del traliccio, 75% se le consideriamo) lo logica di cui sopra; se quindi riesci a posizionare i controventi inferiori a meta' del secondo elemento, sei sul 45% della altezza totale; altrimenti, se ti posizioni sulla cima del secondo elemento, intorno al 58%: in questo caso hai uno sforzo di compressione circa doppio rispetto a quello di flessione della parte libera del traliccio, ma ben compensato sia dal fatto che al centro della campata inferiore hai maggiore resistenza derivante dalla sovrapposizione del due elementi sia dal fatto che la robustezza di un traliccio da 50cm risulta circa tre volte superiore rispetto a quella di un traliccio da 30cm.

Concludendo:
- quattro controventi
- quelli superiori in cima al terzo elemento, sotto la gabbia rotore
- quelli inferiori se possibile almeno un metro sotto alla cima del secondo elemento, altrimenti sulla sua cima

Fine suggerimenti.
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 15-03-17, 10:04   #7
i7phh
Senior Member
 
L'avatar di i7phh
 
Registrato dal: Aug 2007
Messaggi: 1,492
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da IZ8GAD Visualizza il messaggio
Grazie ragazzi per le risposte tecniche.Come GOD la distanza dei tiranti tra la base del traliccio ed il punto di ancoraggio va da un minimo di 6m ad un massimo di 9m nella configurazione con 4 tiranti con angoli orizontali di 90° (quindi rispetto ampiamente i 45° di angolo verticale per ogni tirante), mentre nella configurazione con 3 tiranti a 120° la distanza tra traliccio e fissaggio tiranti va da un minimo di 6 ed un massimo di 11m ed anche in questo caso gli angoli verticali dei tiranti sono di 45°.
Il mio traliccio è un telescopico prosistel da 9 metri con tre sezioni dalla base 50cm, 40 e 30cm di lato all'apice. Mi aspettavo una risposta di Gianni PHH giusto per la condivisione di informazioni ma certamente lo chiamerò in giornata per ulteriori delucidazioni.
Credo mi affidi alla configurazione con 4 tiranti con angoli orizzontali a 90° in modo da distribuire le forze su più punti e non stressare attacchi e tiranti, anche se super dimensionati, mentre per gli ordini di tiranti sono indeciso se farne solo all'apice ed ai piedi della gabbia oppure apice gabbia ed apice dell'elemento centrale del traliccio. ma se voglio un ulteriore margine di sicurezza farei apice e piedi gabbia ed apice elemento centrale....
Se avete altri consigli sono ben accetti.


Grazie a tutti e buon inizio settimana.
Ciao,
al di là di ogni considerazione teorica, la configurazione sicura è quella che prosistel ti ha inviato con la scheda tecnica e che corrisponde grosso modo alla parte che io ho evidenziato in grassetto.
__________________
73
Gianni
i7phh

IQ7AF - II7P - IJ7A - ID8/IQ8CS Team
www.i7phh.it
i7phh non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 15-03-17, 18:28   #8
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
Messaggi: 174
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da i7phh Visualizza il messaggio
al di là di ogni considerazione teorica, la configurazione sicura è se voglio un ulteriore margine di sicurezza farei apice e piedi gabbia ed apice elemento centrale che io ho evidenziato in grassetto.
Mi interesserebbe, per imparare qualcosa che, da quanto sopra, sembrerebbe non comparire fra i contenuti della disciplina ingegneristica di Scienze delle Costruzioni, capire le motivazioni tecniche, pratiche, per cui apice e piede della gabbia (parte finale da 1m del traliccio di 9m) introducono un ulteriore margine di sicurezza.
Non tocchiamo il discorso sul centro della campata fra controvento superiore e base traliccio, visto che tutti lo condividiamo.
Cosi' la prossima volta non sbaglio a dare consigli... visto che mi sa che TU su QUESTO argomento dovresti saperne piu' di tutti.
Tnx!!!
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/

Ultima modifica di i4mfa; 15-03-17 a 18:36 Motivo: Puntualizzazione
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 16-03-17, 09:42   #9
i7phh
Senior Member
 
L'avatar di i7phh
 
Registrato dal: Aug 2007
Messaggi: 1,492
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da i4mfa Visualizza il messaggio
Mi interesserebbe, per imparare qualcosa che, da quanto sopra, sembrerebbe non comparire fra i contenuti della disciplina ingegneristica di Scienze delle Costruzioni, capire le motivazioni tecniche, pratiche, per cui apice e piede della gabbia (parte finale da 1m del traliccio di 9m) introducono un ulteriore margine di sicurezza.
Non tocchiamo il discorso sul centro della campata fra controvento superiore e base traliccio, visto che tutti lo condividiamo.
Cosi' la prossima volta non sbaglio a dare consigli... visto che mi sa che TU su QUESTO argomento dovresti saperne piu' di tutti.
Tnx!!!

Il tuo esposto è teoricamente perfetto e non fa una piega.
Opportunità pratica e costruttiva vuole che i controventi centrali vadano alla testa dello stesso elemento (riferito a traliccio telescopico).
Quello di testa da solo basta da un punto di vista calcolo strutturale ma rende il sistema pericoloso se per qualche ragione si dovesse disconnettere (e non capita mai con calma di vento) per cui tutto il sistema collasserebbe.
Si evita il rischio aggiungendo una seconda serie di controventi alla base della gabbia rotore per cui in caso di rilascio accidentale di un controvento, rimane l'altro a mantenere il sistema in sicurezza. La spaziatura di un metro tra i due è una comodità pratica e permette anche una rapida verifica visiva che entrambi siano a posto ecc. ecc.
Tutti i sistemi collassati, di cui sono venuto a conoscenza negli ultimi 25 anni, avevano un solo controvento in testa sganciatosi accidentalmente e non avevano il secondo controvento di sicurezza (non previsto dai calcoli ma opportuno in pratica).

Spero di aver chiarito il perchè di certe scelte pratiche a favore di sicurezza.
Non è il caso che io elenchi tutti i possibili problemi in caso di collasso di una tale struttura in ambito cittadino..... non tutti previsti dai calcoli teorici ma esistenti in pratica
__________________
73
Gianni
i7phh

IQ7AF - II7P - IJ7A - ID8/IQ8CS Team
www.i7phh.it
i7phh non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 16-03-17, 12:39   #10
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
Messaggi: 174
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da i7phh Visualizza il messaggio
... basta da un punto di vista calcolo strutturale ma ... se per qualche ragione si dovesse disconnettere ... tutto il sistema collasserebbe.
Si evita il rischio aggiungendo una seconda serie di controventi
Si, sinteticamente potevi essere cattivo e rispondere leggi quello che tu stesso scrivi:
Quote:
Originariamente inviata da i4mfa
Esiste il concetto di point-of-failure: con quattro controventi, se, per qualsiasi possibile evento eccezionale, uno cede, i tre rimanenti suppliscono alla stabilita' strutturale. Per questo motivo suggerisco fortemente quattro.
Se il concetto di point-of-failure esiste per un controvento, dobbiamo applicarlo anche alla serie di controventi. Concordo.
Comunque sei subdolo, se mi consenti, in quanto mi avevi tratto in inganno con un punto, su cui non c'e' pezza, legato al dove posizionare i controventi, al di la' del (anche qui concordo) punto (sommita' elemento, deriva dal design e non necessariamente dalla giusta ubicazione) ergonicamente previsto dal costruttore. Con questo intendo dire che, per la teoria indicata... dal costruttore come modello di riferimento per il collaudo (letto sul carrellato, non avendo il telescopico) non 50% e 100% ma 40% e 80% della altezza.
Che poi a questo punto si applichi la logica di sicurezza descritta per cui diventa 40% 80% 90% e a causa delle implicazioni progettuali di ergonomia citate, parlando di un (3+2,5+2,5+1) traliccio telescopico a tre sezioni con gabbia in testa, diventa 60% 90% e 100%, che significa esattamente quello che hai scritto, mi trova d'accordo al 100%.
In sintesi, a mio avviso, quando si progetta si deve poi rileggere il progetto prima di attuarlo. Difatti mentre i miei progetti li rileggo prima di attuarli, ammetto in questa discussione di non aver riletto il tuo progetto a valle dei suggerimenti. Altrimenti avrei aggiunto le postille di cui sopra, peraltro aggiunte da te.
Comunque,
Quote:
Originariamente inviata da i7phh Visualizza il messaggio
... non tutti previsti dai calcoli teorici ma esistenti in pratica ...
e' una cattiveria: la teoria progettuale esige che il calcolo consideri i PoF.
Vedi la differenza fra ingegnere e laureato in ingegneria?
Grazie!
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/

Ultima modifica di i4mfa; 16-03-17 a 12:43 Motivo: Precisazione
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 16-03-17, 17:09   #11
i7phh
Senior Member
 
L'avatar di i7phh
 
Registrato dal: Aug 2007
Messaggi: 1,492
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da i4mfa Visualizza il messaggio
Si, sinteticamente potevi essere cattivo e rispondere leggi quello che tu stesso scrivi:
Non c'è motivo di essere cattivi se si parla tra persone civili scambiando esperienze utili.

CUT

Quote:
Comunque,
Quote:
non tutti previsti dai calcoli teorici ma esistenti in pratica
e' una cattiveria: la teoria progettuale esige che il calcolo consideri i PoF.


Non sono ingegnere nè laureato in ingegneria o similare, ma mi avvalgo di 45 anni di esperienza nel settore, lasciando i calcoli a chi ha studiato per farli (sperando che li sappia fare ) per cui non sò se nel Pof ci sono anche gli effetti psicologici che l'eventuale collasso del sistema sicuramente provoca al proprietario, alla sua famiglia, il vicinato ed a volte anche le autorità locali, mettendo in serio pericolo la continuazione della sua attività.

Quote:
Vedi la differenza fra ingegnere e laureato in ingegneria?
Qui potrebbe scapparmi una cattiveria riferita ad entrambe le categorie aggiungendoci anche gli architetti, per cui preferisco tacere
__________________
73
Gianni
i7phh

IQ7AF - II7P - IJ7A - ID8/IQ8CS Team
www.i7phh.it

Ultima modifica di i7phh; 16-03-17 a 17:28
i7phh non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 17-03-17, 16:14   #12
i4mfa
Senior Member
 
L'avatar di i4mfa
 
Registrato dal: Feb 2017
Messaggi: 174
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
Originariamente inviata da i7phh Visualizza il messaggio
Non c'è motivo di essere cattivi se si parla tra persone civili scambiando esperienze utili.
La mia era una battuta di spirito, mi pare non compresa.
Quote:
Originariamente inviata da i7phh Visualizza il messaggio
Non sono ingegnere nè laureato in ingegneria o similare, ma mi avvalgo di 45 anni di esperienza nel settore, lasciando i calcoli a chi ha studiato per farli (sperando che li sappia fare ) per cui non sò se nel Pof ci sono anche gli effetti psicologici che l'eventuale collasso del sistema sicuramente provoca al proprietario, alla sua famiglia, il vicinato ed a volte anche le autorità locali, mettendo in serio pericolo la continuazione della sua attività.
Non capisco cosa intendi dire con questo. Per PoF (e scusate se ho messo un acronimo, ne avevo visto largo uso su hamradioweb) intendevo, come scritto varie volte, point-of-failure. Cosa c'entrano con i point-of-failure (elementi che un ingegnere deve considerare nel progetto) i vicini e le autorita' locali, che magari, essendo plausibilmente incompetenti, arrivano li' e dicono, indicando il controvento in cima al traliccio, quello li' e' troppo mollo ed il povero IZ8GAD per accontentarli lo tende a ferro e fuoco e provoca il collasso del sistema?!?
E comunque TU non puoi blandamente parlare di esperienza riferendoti a TE, TU sei un esperto del settore. E' oggettivo, anzi, matematico. Un esempio lampante era la battuta di spirito sopra citata: gran bella bordata (similitudine nautica militare) comandante!
Quote:
Originariamente inviata da i7phh Visualizza il messaggio
Qui potrebbe scapparmi una cattiveria riferita ad entrambe le categorie aggiungendoci anche gli architetti, per cui preferisco tacere
La mia era una battuta di spirito, mi pare non compresa: ingegnere e laureato in ingegneria sono apparentemente una stessa categoria (non due); ma un ingegnere (da ingegnerizzare) si retroaziona su un progetto|discorso|modello al fine di ottimizzarlo|precisarlo al massimo, mentre tipicamente chi utilizza unicamente il titolo, o qualsivoglia altra forma di autorita', per validare progetti|discorsi|modelli non e' un ingegnere. Anche se laureato in ingegneria.
Nello specifico, IZ8GAD ha chiesto suggerimento agli esperti non su come realizzare un traliccio ma su come utilizzare uno specifico traliccio!
Le tue ovviamente giuste puntualizzazioni sulle caratteristiche di esso (telescopico, necessita di due ordini di controventi, ognuno dei quali puo' trovar posto solo in cima ai moduli od in cima alla gabbia rotore) ha fatto si' che l'ingegnere rivedesse il modello.
Mi pare che tu abbia, qualche anno fa', avuto modo di discutere sullo stesso tema con altri che, basandosi sulla esperienza e non essendo ingegneri, ti hanno risposto, allincirca: controventi? il minimo possibile, piu; sono e piu' facilmente si rompono, non solo per legge della matematica statistica ma anche come si vede dalla esperienza dei costruttori aereonautici che non realizzano piu' quadrimotori bensi' bimotori.
Permettimi quindi di ipotizzare che, sulla base delle tue esperienze, tu preferisca un ingegnere (che sappia fare i calcoli, magari velocemente sullaa base di corrette semplificazioni) a chi si basa unicamente sulla esperienza.
E spero concorderai anche tu al 100% con me su:
IZ8GAD, non dar retta a chi ti dice, come sopra, di basarti sulla esperienza E mettere due soli controventi!
Scherzi a parte, IZ8GAD, visto che sei tu l'utente dei suggerimenti, ti sono chiari i discorsi?
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/

Ultima modifica di i4mfa; 17-03-17 a 17:19 Motivo: Precisazione
i4mfa non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 17-03-17, 20:57   #13
i7phh
Senior Member
 
L'avatar di i7phh
 
Registrato dal: Aug 2007
Messaggi: 1,492
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Quote:
La mia era una battuta di spirito, mi pare non compresa.
Compresa, non ti preoccupare , purtroppo questo mezzo non è il migliore per fare discorsi articolati che permettono di cogliere anche le sfumature ironiche o divertenti......

Quote:
Non capisco cosa intendi dire con questo. Per PoF (e scusate se ho messo un acronimo, ne avevo visto largo uso su hamradioweb) intendevo, come scritto varie volte, point-of-failure. Cosa c'entrano con i point-of-failure (elementi che un ingegnere deve considerare nel progetto) i vicini e le autorita' locali
Discorso ineccepibile da parte del progettista che non deve tenere in conto i risvolti psicologici delle conseguenze di un collasso del sistema. Chi lavora sul campo tiene in conto anche il resto.

Quote:
La mia era una battuta di spirito, mi pare non compresa: ingegnere e laureato in ingegneria sono apparentemente una stessa categoria (non due)

Anche la mia era una battuta di spirito molto ironica, ed in questo caso derivante anche dalla vasta casistica di professionisti con cui vengo in contatto molto spesso

Quote:
Nello specifico, IZ8GAD ha chiesto suggerimento agli esperti non su come realizzare un traliccio ma su come utilizzare uno specifico traliccio!
Vero, oltre ad aver dato una risposta a GAD, ho allargato il discorso non parlando del singolo caso ma ampliando il concetto a tutti i sistemi similari al fine di dare l'opportunità ad altri di farsi un'idea. In fondo siamo in un forum skill sharing :-) :-) :-)



Quote:
Le tue ovviamente giuste puntualizzazioni sulle caratteristiche di esso (telescopico, necessita di due ordini di controventi, ognuno dei quali puo' trovar posto solo in cima ai moduli od in cima alla gabbia rotore) ha fatto si' che l'ingegnere rivedesse il modello.
Vuol dire che se le esperienze si incrociano, alla fine ne può venire fuori qualcosa di buono

Quote:
cut
Permettimi quindi di ipotizzare che, sulla base delle tue esperienze, tu preferisca un ingegnere (che sappia fare i calcoli, magari velocemente sullaa base di corrette semplificazioni) a chi si basa unicamente sulla esperienza.
Ritengo che le due cose debbano lavorare insieme, incrociando le competenze dell'uno con l'esperienza dell'altro. Il guaio è che spesso questo non accade......


Quote:
E spero concorderai anche tu al 100% con me su:
IZ8GAD, non dar retta a chi ti dice, come sopra, di basarti sulla esperienza E mettere due soli controventi!


Assolutamente d'accordo


Quote:
Scherzi a parte, IZ8GAD, visto che sei tu l'utente dei suggerimenti, ti sono chiari i discorsi?
Ho paura che tra il serio ed il faceto dei nostri discorsi il povero IZ8GAD si sia leggermente confuso per cui ribadisco, nel dubbio contattare il fornitore. :-)
__________________
73
Gianni
i7phh

IQ7AF - II7P - IJ7A - ID8/IQ8CS Team
www.i7phh.it
i7phh non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 20-03-17, 09:14   #14
IZ8GAD
Junior Member
 
Registrato dal: Jul 2016
Messaggi: 4
Re: Consiglio angoli per controventare traliccio

Buon Giorno Ragazzi, grazie mille per le innumerevoli info che mi avete fornito.
Per ricapitolare userò la configurazione a 4 controventi con un angolo orizzontale tra loro di 90°, quindi ogni lato del traliccio avrà 3 tiranti come da schema manuale prositel e cioè, testa gabbia, piedi gabbia ed apice secondo elemento. Appena avrò la possibilità di muovermi finalizzo l'installazione e posto qualche foto.

Grazie ancora a tutti, buona giornata e buon diverdimento de IZ8GAD.
__________________
Vi veri universum vivus vici
IZ8GAD non  è collegato   Rispondi quotando
Rispondi

Segnalibri

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:42.


Powered by vBulletin versione 3.8.6
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it