hamradioweb.org

 


Go Back   hamradioweb.org > Discussioni / Areas of discussion > Generale

Notices

Generale Argomenti di carattere generale di interesse per i radioamatori.

Reply
 
Thread Tools Search this Thread
Old 22-04-19, 13:21   #1
I4LEC
Senior Member
 
I4LEC's Avatar
 
Join Date: Jun 2010
Posts: 307
Quale l'RTX più efficace?

Per chi non avesse avuto modo di partecipare alla recente CTU Italy, al link, il quinto episodio "ThinkDifferent".

Scompattando tutto nella stessa directory, sarà possibile richiamare i file excel direttamente dai collegamenti in presentazione.

I dati grezzi RX, provengono dalle tabelle Sherwood, quelli TX dalle pubblicazioni ARRL, da parte mia, oltre che raccoglierli, elaborarne l'OEE, con l'intendimento di evidenziare quanto ottimi risultino gli RX a confronto con i pessimi TX.

Buona lettura e Pasquetta
Claudio

https://drive.google.com/open?id=1VR...b4-JxThqzX8jdB
I4LEC non  è collegato   Reply With Quote
Old 23-04-19, 13:28   #2
IK7JWY
Senior Member
 
IK7JWY's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Alezio-LE-
Posts: 4,502
Re: Quale l'RTX più efficace?

Grazie, Claudio , per mettere a disposizione di HRW la tua presentazione. Contenuti sempre molto interessanti.
__________________
73 de IK7JWY Art : "You don't need FT8 /FT4 to hear me in HF, I'm not a pulsar."
https://www.qrz.com/db/IK7JWY
(www.infinitoteatrodelcosmo.it)
IK7JWY non  è collegato   Reply With Quote
Old 23-04-19, 15:53   #3
IZ5CML
Moderator
 
IZ5CML's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Empoli, JN53LR
Posts: 4,620
Re: Quale l'RTX più efficace?

Grazie per la condivisione Claudio.
Che ne pensi se inserissimo la presentazione qui nella discussione come video ? Da Youtube ? Per me non ci sono problemi a convertirlo a caricarlo.. chiaramente da li non funzioneranno i collegamenti ai foglio excel, però mostrerebbe a tutti la presentazione, anche a chi magari di primo acchito non ha avuto voglia di scaricarsi il file, scompattarlo etc.. ?
Dimmi te.
__________________
DX ! What else !?
IZ5CML non  è collegato   Reply With Quote
Old 23-04-19, 19:12   #4
I4LEC
Senior Member
 
I4LEC's Avatar
 
Join Date: Jun 2010
Posts: 307
Re: Quale l'RTX più efficace?

Enrico,
da parte mia non c'è alcun problema, se può essere di miglior fruizione, ben venga la modalità video . Per le tabelle, se funzionale, le si potrebbe aggiungere semplicemente sotto forma di slide, come successive quelle che riportano i rispettivi collegamenti ipertestuali.
L'intendimento è di sensibilizzare una maggior platea, e magari innescare una discussione sul merito...non vorrei essere l'unico a vederla in questa maniera?
73, Claudio
I4LEC non  è collegato   Reply With Quote
Old 23-04-19, 19:35   #5
I5NSR
Senior Member
 
Join Date: Aug 2017
Posts: 150
Re: Quale l'RTX più efficace?

....Ciao Claudio...pazienta...
Sto guardando attentamente il tuo lavoro , poi leggerai le mie
considerazioni...

enneesseerre.
I5NSR non  è collegato   Reply With Quote
Old 24-04-19, 08:52   #6
IZ5CML
Moderator
 
IZ5CML's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Empoli, JN53LR
Posts: 4,620
Re: Quale l'RTX più efficace?

Ecco la slide con inserite anche le tabelle di riferimento...

__________________
DX ! What else !?

Last edited by IZ5CML; 24-04-19 at 17:36.
IZ5CML non  è collegato   Reply With Quote
Old 24-04-19, 13:37   #7
I5NSR
Senior Member
 
Join Date: Aug 2017
Posts: 150
Re: Quale l'RTX più efficace?

Salve a tutti , come promesso vorrei esprimere un modesto commento del lavoro fatto da Claudio.
Che con la consueta precisione e puntualità ha messo assieme i test effettuati dai laboratori che vanno per la maggiore : Sherwood e ARRL.
Non so come e dove Sherwood testa gli apparati , ma la ARRL ha una camera completamente schermata rivestita di piombo…
Si ritiene pertanto che le misure non sono state falsate da interferenze esterne.
Detto questo i numeri proposti sono stati ricavati in ambiente completamente diverso dalle nostre stazioni.
Mi chiedo che accadrebbe se tali prove venissero fatte nelle nostre stazioni ?
Le performance esibite sono notevoli , ma mi chiedo a cosa serve avere un Noise Floor di – 136 dbm ( 0,071 microvolt )
quando lo collego ad un’antenna che è immersa in un noise che và da – 93 dbm per i 160 mt. A -123 dbm per i 10 mt. ? (*)
Anche la dinamica è arrivata a valori impensabili qualche decennio fa, i famigerati 100 db con 2 khz di spaziatura,
sono stati superati da ben nove rtx sottoposti ai test !
Questo con i roofing filter e gli oscillatori locali finalmente con purezza spettrale all’altezza del costo dell’rtx.
Una considerazione si deve fare : le prove si presume siano state eseguite in modalità CW con filtri a 500 hz.
Ma cosa accade con un segnale interferente a 2 khz quando sono in SSB con un fitro di almeno 2100 hz ?
Claudio ha inoltre ben evidenziato un fattore da molti Om sottovalutato : la purezza della trasmissione esente da prodotti spuri.
Ma questo fa parte delle conoscenze che ognuno di noi dovrebbe avere quando si usano potenze elevate.
Non basta solo far stare l’ALC nei parametri , ma cercare di ottimizzare il pilotaggio dell’amplificatore per non incorrere in “tragedie”.
Ma questa è un’altra storia..!
Altra sorpresa per me om vintage è stata quella di vedere in classifica rtx che appartengono alla mia gioventù radiantistica.
Segno che quei progetti , pur non vendo a disposizione le soluzioni odierne erano lo stato dell’arte d’allora. Uno per tutti : il Drake TR7 anno 1977 !
Non molto ben visto dai riparatori di allora..vero Sil ?
Io posseggo un 781 che nonostante l’età non sfigura affatto con altri apparati moderni con il quale condivide le antenne…
Altro fattore da non sottovalutare sono gli automatismi di ausilio alla ricezione sui quali non vengono fatte prove specifiche : DSP , APF , NB , Tuner ,
che anche loro possono dare un indice interessante per la qualità del progetto.
Come vediamo questi rtx con prestazioni impensabili qualche decennio fa adesso sono una realtà ,
ma gli operatori sono o saranno all’altezza di capire e interpretare al meglio quello che hanno di fronte ?
E’ utopico pensare ad un “banco prova” per gli operatori….?
Ce ne sarebbe tanto di bisogno !
Per finire grazie Claudio , bel lavoro !

Enneesseerre.

(*) Tratto da : RKE Misure su apparati ricetrasmittenti
Autore : Rinaldo I1UW
I5NSR non  è collegato   Reply With Quote
Old 24-04-19, 15:04   #8
i4mfa
Senior Member
 
i4mfa's Avatar
 
Join Date: Feb 2017
Location: JN54rr
Posts: 527
Re: Quale l'RTX più efficace?

Quote:
Originally Posted by I5NSR View Post
Claudio ha inoltre ben evidenziato un fattore da molti Om sottovalutato ... questo fa parte delle conoscenze che ognuno di noi dovrebbe avere ... da non sottovalutare sono gli automatismi di ausilio alla ricezione ... ma gli operatori sono o saranno all’altezza di capire e interpretare al meglio quello che hanno di fronte? E’ utopico pensare ad un “banco prova” per gli operatori?
Non vedo l'ora stassera di leggere tutto e rivedere il video: grazie Claudio e' troppo poco!
Pero' nel frattempo, velocemente...
  1. ringrazio enneesseerre per aver scritto (suppergiu') quello che anche io penso;
  2. stante che ho un FT1000MP MkV Field (35%) preso a valle di lunghi periodi (minimo due settimane, massimo due anni) su altri rtx (anche maggiormente recenti) che personalmente giudico piu' vicino al 75% che non a tale (35%) figure, al fine di acquisire qualcosa di meglio mi piacerebbe che proprio prendendo questo rtx (che e' un po' come la Fiat 127 di un tempo) come paragone venissero ampliati con esempi (e dati, mi raccomando: secondo me non e' un dato) i metodi di valutazione esposti.
Anche io ho un vintage di eccezione (Hallicrafters) ma non lo paragono certo all'apparato di cui al punto 2, relativamente al quale mi permetto di osservare che il corretto tuning implica un certo sforzo... rispetto ad un SX146! Sforzo ben ripagato (pur non essendo i filtri a quarzo di pari qualita', se ben ricordo).
Un aiutino per non buttare migliaia di Euro in un 5000 di seconda mano, grazie questo vuole essere il concetto da me qui espresso.
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/
i4mfa non  è collegato   Reply With Quote
Old 26-04-19, 11:42   #9
I4LEC
Senior Member
 
I4LEC's Avatar
 
Join Date: Jun 2010
Posts: 307
Re: Quale l'RTX più efficace?

Approfitto del super ponte per provare a rispondere

Quote
Mi chiedo che accadrebbe se tali prove venissero fatte nelle nostre stazioni ?
Unquote

Beh, se effettuate con i dovuti crismi, reputo piuttosto allineate, ho assistito a diversi test effettuati da Sergio IK4AUY, utilizzando un analizzatore di spettro Marconi 2380-2382, accoppiatore RF coassiale Bird (variable RF signal sampler 4273 Bird specifico per il range 1,5 –35MHz). Il generatore due toni audio 700Hz e 1900Hz, con bilanciamento dei livelli e livello d’uscita regolabile, esattamente quello già pubblicato dalla ARRL e richiamato nel documento TestProc ARRL che contiene, pagg da 125 a 132, oltre a tutte le procedure delle prove svolte dal laboratorio della ARRL. I due toni portati con cavo schermato microfonico al MIC IN del driver a bassi livelli di potenza di uscita di pilotaggio, come in questo caso, ha un profilo di IMD ai 2 toni migliori del TX in uso.

Anche semplicemente il test set in dotazione al mio SW di gestione della radio, le differenza tra le misure effettuate da Sergio e le mie, sono dell'ordine di 1 o 2 dB max, vedi immagine di un PA che impiega i FET più diffusi oggigiorno sugli attuali RTX da 100W (Ts 590SG, FT991, ecc)

Quote
Le performance esibite sono notevoli , ma mi chiedo a cosa serve avere un Noise Floor di – 136 dbm ( 0,071 microvolt )
quando lo collego ad un’antenna che è immersa in un noise che và da – 93 dbm per i 160 mt. A -123 dbm per i 10 mt. ? (*)
Unquote

E sarà sempre peggio, almeno in ambiente urbano, per contro, chi ha la fortuna di abitare in un ambiente "quiet rural" protrebbe anche avvalersene sulle bande più alte, in quanto siamo per i 10m attorno ai -131dBm (500HZ), vedi immagine con benchmark più miei livelli che si posizionano tra quiet e quiet rural.

Quote
Anche la dinamica è arrivata a valori impensabili qualche decennio fa, i famigerati 100 db con 2 khz di spaziatura, sono stati superati da ben nove rtx sottoposti ai test !
Unquote

Beh, qui i produttori hanno cavalcato l'onda, ben vengano gli ottimi OL, un pò meno i super stretti roofing, dove inizialmente il gioco era di tenere fuori almeno uno dei 2 toni (in pratica non era più un test IMD3 ma semplicemente un RM) ora li tengono fuori tutti e due, così che si superano i 100dB, peccato siano inutilizzabili, visto la distorsione di fase che introducono (chiedere a chi fa contest in CW se riesce a tenere inseriti i più stretti)

Quote
Una considerazione si deve fare : le prove si presume siano state eseguite in modalità CW con filtri a 500 hz.
Unquote

Certamente

Quote
ma gli operatori sono o saranno all’altezza di capire e interpretare al meglio quello che hanno di fronte ?
Unquote

Termino con un laconico no comment....d'altronde, l'informazione è spesso fuorviata da troppi interessi commerciali.

73, Claudio
Attached Thumbnails
Click image for larger version

Name:	100W.jpg
Views:	44
Size:	314.8 KB
ID:	18986   Click image for larger version

Name:	Noise.jpg
Views:	49
Size:	84.8 KB
ID:	18987  
I4LEC non  è collegato   Reply With Quote
Old 26-04-19, 22:23   #10
i4mfa
Senior Member
 
i4mfa's Avatar
 
Join Date: Feb 2017
Location: JN54rr
Posts: 527
Re: Quale l'RTX più efficace?

Quote:
Originally Posted by i4mfa View Post
... FT1000MP MkV Field (35%) ...
Ho capito adesso a cosa si riferisce...
Quindi possiamo ipotizzare che -52dBc siano un valore tale per cui la ionosfera - se parliamo di disturbo worldwide - riesca ad agitarsi?
Con 50mW creiam problemi, ragion per cui meglio 0.5mW?
E questo porta la bonta' totale dell'apparato a 35%?
__________________
Marco, i4mfa w4mfa
https://www.qrz.com/db/I4MFA/

Last edited by i4mfa; 26-04-19 at 22:23. Reason: syntax error
i4mfa non  è collegato   Reply With Quote
Old 12-11-19, 18:23   #11
I4LEC
Senior Member
 
I4LEC's Avatar
 
Join Date: Jun 2010
Posts: 307
Re: Quale l'RTX più efficace?

Di CTU (Italy) in CTU (USA), nel link la presentazione di Sherwood tenuta a Xenia, per chi non vi si fosse imbattuto, mi sembrava interessante evidenziare come anche per lui, il fattore limitante sia "de facto" il TX e a seguire (anche in peggio) gli attuali PA a stato solido. Consiglio un'attenta visione dal minuto 35 in avanti, oltre che naturalmente l'intera presentazione.

73. Claudio

I4LEC non  è collegato   Reply With Quote
Reply

Bookmarks

Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +1. The time now is 20:12.


Powered by vBulletin® Version 3.8.6
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.