annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Io e il CW

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Re: Io e il CW

    Originariamente inviato da IU6GWQ Visualizza il messaggio
    Il CW è stato sicuramente un "sistema di comunicazione" (modulazione) interessante ed efficace agli albori della storia della radio. Poi, per ragioni "pratiche ed economiche", è stato amato anche dagli OM di tutto il mondo fino a quando ... è stato sostituito (sia dai civili sia dai militari) da altre modulazioni tecnicamente più preformanti. Oggi sono rimasti i nostalgici del CW. L'analisi obiettiva finisce qui. Da un lato capisco chi è un appassionato del CW, ma dall'altro non ho difficoltà a capire chi lo odia. L'odio per il CW è sicuramente nato, per molti OM, con la "barriera" costituita ad hoc per acquisire la patente da radioamatore; barriera che in Italia è stata "burocraticamente e non" estesa per un periodo di tempo superiore al necessario. Il "test del CW" è stato usato come una "prova di iniziazione" al radiantismo e come tutte le prove di iniziazione ... sono oggettivamente "infondate e ridicole". Misurare il "valore" di un OM dal suo CW è come misurare il valore di un soldato dalla sua forza fisica, tutti sappiamo che per un soldato contano non solo la forza ma anche il coraggio, l'astuzia, l'abilità nell'uso delle armi, etc. Va detto che il CW per la "tipologia e metodo" di comunicazione è più un forma di arte "semi-musicale" che una competenza tecnica vera: imparare la corrispondenza dei simboli (lettere, numeri, etc.) con la sequenza dei "punti" e delle "linee" è solo la parte minore del problema. Il "timbro" del CW è spesso personale e riconoscibile: quindi "soggettivo" cosa che non si può dire invece di molte altre modulazioni digitali. Bisogna ricordare però che il radioamatore nasce come uno sperimentatore tecnico proiettato al futuro e pertanto si differenzia molto dall'artista! Aggiungo poi che nello statuto del radioamatore è evidente il fatto che chi si appassiona alla radio si presuppone che sia tecnologicamente un progressista e non un "conservatore" senza dare a questi termini un valore positivo o negativo! Quindi oggi la passione per il CW, sebbene legittima, è un po' "anacronistica" e certo non perfettamente in linea con l'etica del radioamatore. Massimo rispetto per chi ama il CW ma il progresso va avanti inesorabilmente. Credo che non si possa negare che i modi digitali (sia per la voce, sia per i dati) abbiano superato di molto le possibilità in termini di rapporto S/N (e non solo) del CW vedere ad es.: http://i0naa.altervista.org/images/P...embre-2017.pdf

    '73 IU6GWQ
    Ciao IU6GWQ, il primo istinto è stato quello di risponderti, poi continuando a leggere ho capito che avrei sprecato il mio tempo. 73' e divertiti....
    File allegati

    Commenta


    • #17
      Re: Io e il CW

      SIL FOR PRESIDENT

      Commenta


      • #18
        Re: Io e il CW

        Ho deciso che era inutile anche per me rispondere, però una cosa desidero dirla:


        chi vuol far fare QSO al suo PC lo fa e basta, chi si diverte a usare un tasto lo fa, ma da qui a sentirmi anche dire che la mia innocua passione per il CW è "non perfettamente in linea con l'etica del radioamatore", ma mi rimane un po' indigesta, ma anche comica.
        Opinioni, di certo, ma andandole a scrivere pubblicamente si rischia di essere...indelicati? va bene come vocabolo?

        Buon divertimento!
        Ultima modifica di I5SKK; 21-09-18, 17:10.
        http://i5skk.blogspot.it/

        https://justhomemadehamradio.blogspot.it/

        Commenta


        • #19
          Re: Io e il CW

          E' mia opinione che in un Forum ci debba essere un confronto di opinioni, rispettando sempre la buona educazione. Gli argomenti trattati, sia tecnici che di costume, dovrebbero sollecitare le risposte della comunità senza invocare lo scandalo se sul tema si levano voci contrarie o in qualche modo in dissonanza con quanto prospettato dall'autore del tema. In taluni casi i temi trattati sono di una inutilità tale che non meritano risposta e lì basta astenersi dal prendere parte; in altri casi il tema è complesso e va dibattuto ma ritengo che nessuno si deve sentire offeso se fa parte di una minoranza che esprime dei pensieri, diciamo controcorrente. Io appartengo senz'altro alla minoranza che vede male l'uso improprio di FT8 nelle HF, che vede male i trucchi operati nel raggiungimento dei QSO e che è affezionato all'uso del CW. Non ne ho mai fatto mistero ma non mi sento in alcun modo defraudato da quelli che sostengono che loro sono il nuovo che avanza ed io appartengo al vecchio che si estingue. Ognuno resta convinto delle proprie opinioni e conduce la vita che ha scelto, io per parte mia continuerò a usare il CW e a non usare FT8 con buona pace degli "innovatori" che vogliono rottamare il CW.
          73 Godifredo

          Commenta


          • #20
            Re: Io e il CW

            Originariamente inviato da IU6GWQ Visualizza il messaggio
            Il CW è stato sicuramente un "sistema di comunicazione" (modulazione) interessante ed efficace agli albori della storia della radio. ...

            Misurare il "valore" di un OM dal suo CW è come misurare il valore di un soldato dalla sua forza fisica ...

            Il "timbro" del CW è spesso personale e riconoscibile: quindi "soggettivo" cosa che non si può dire invece di molte altre modulazioni digitali. ...

            il radioamatore nasce come uno sperimentatore tecnico ... un progressista e non un "conservatore" ... Quindi oggi la passione per il CW, sebbene legittima, è un po' "anacronistica" e certo non perfettamente in linea con l'etica del radioamatore...

            Credo che non si possa negare che i modi digitali (sia per la voce, sia per i dati) abbiano superato di molto le possibilità in termini di rapporto S/N (e non solo) del CW vedere ad es. Comunicazioni con Segnali Deboli di I0NAA.
            Io invece ringrazio IU6GWQ per il post, che ritengo utile per chiarire quelli che a me sembrano errori di interpretazione da molti oggi commessi.

            Ho estratto i punti salienti e non credo con questo di commettere errori; la prima affermazione mi vede, per come io la riporto, assolutamente d'accordo: con il minimo sforzo ed investimento si ottenevano ottimi risultati, a suo tempo, in CW, migliori di quelli ottenuti in fonia. Non vedo nulla di negativo nello scrivere a suo tempo, visto che oggi un DSP (ho scritto DSP, non SDR) commerciale, con costi risibili, di molto riduce il precedentemente espresso per il CW valore di ottimo.

            Sono in accordo anche con la seconda, a patto che venga estesa a tutti i modi, FT8 compreso: Misurare il "progressismo" di un OM dal fatto che utilizza modi digitali è come misurare il valore di un soldato dalla sua forza fisica. Perfino nel documento citato viene ribadito che la modulazione e' uno dei modi per migliorare il rapporto S/N; Silvano utilizzera' verticali in fase, essendo progressista.

            La terza la utilizzo per evidenziare il succitato concetto di errori di interpretazione da molti oggi commessi. Utilizzando i moderni sistemi di trasmissione in CW (parlo del solito ingresso keyer per il bencher di un FT) il radioamatore progressista ha messo da parte il lato artistico (che sfodera nei contest di fine anno) ed attua il CW tecnologico (si noti che non parlo di tastiere da pc) che nulla ha di meno di qualsiasi altro cugino digitale; quindi occhio IU6GWQ che stai confondendo modulazione con utilizzo progressista in modo tecnologicamente avanzato assegnando la prima al CW ed il secondo ai modi digitali: ERRORE LOGICO GRAVE!

            La quarta, che ha fatto infuriare I5SKK, ulteriormente si riaggancia alla precedente. Non e' una questione di CW vs FT8, ma una questione di HUMAN vs. AUTOMATED. Quindi chi utilizza senza manco guardarlo uno strumento, per certo non e' uno sperimantatore tecnico. Quindi sono la miriade di AUTOMATED QSO (ad oggi prevamentemente in FT8) che sono oggetto di critica ed indiscutibilmente non perfettamente in linea con l'etica del radioamatore.

            Ed infine l'ultimo: ho letto e riletto il bellissimo documento segnalato che ribadisce concetti (soglia S/N negativa non significa che il rumore e' superiore al segnale, importanza di intervenire su entrambi i parametri per aumentare le possibilita' di successo, Comunicazione con segnali deboli: perche' e' importante occuparsene? Perche' ci permette di affinare al massimo il nostro sistema di ricetrasmissione) che condivido; utilizzarlo per dire il CW e' anacronistico, il mio pc con FT8 e' da vero OM progressista sarebbe offensivo - a mio avviso - per l'autore.

            Concludendo, differenziamo fra essere radioamatori ed essere pc (due lettere, come cb) col baracchino: qui siamo radioamatori.
            Se andiamo /PedestrianMobile meglio fonia, se andiamo /Portable sicuramente il CW e' indice di ottimizzazione, e quindi a mio avviso di progressismo (il cretese che si porta dietro il doppio di peso per avere un automated qso non mi pare ottimizzi le risorse), se vogliamo fare Moon Bouncing buttiamo nel pattume il giradischi che utilizzavamo per trasmettere in cw veloce ed usiamo WSPR, ragchewing in SSB e non sui forum (come sto facendo, ach, anche io sbaglio!) e via discorrendo.

            Ad un radioamatore il pc serve per tenere i pdf dei documenti tecnici (semmai internet fosse down), per i log, per la potenza di calcolo dei modi digitali, non per fare automated qso.

            Cio' premesso, alcuni di noi vanno sui ponti fm per fare qso via internet con gli usa ed altri fanno rilassati qso col tasto verticale; nel frattempo i veri scienziati al CERN... prendono il caffe': non vedo differenza, i momenti di relax sono soggettivi, importante e' che... gli scienziati al CERN non prendano caffe' e basta e si vantino di essere scienziati!
            Ultima modifica di i4mfa; 21-09-18, 23:35.
            Marco, i4mfa w4mfa
            https://www.qrz.com/db/I4MFA/

            Commenta


            • #21
              Re: Io e il CW

              Originariamente inviato da I0GOD Visualizza il messaggio
              ... Gli argomenti trattati, sia tecnici che di costume, dovrebbero sollecitare le risposte della comunità senza invocare lo scandalo se sul tema si levano voci contrarie o in qualche modo in dissonanza con quanto prospettato dall'autore del tema.
              Sai Godifredo, per un precisino prolisso come me un post implica oltre un'ora: ecco perche' la tua risposta, in linea con quanto io penso, la si legge prima...
              Fra parentesi, cvd
              Leggasi: lavorare adesso in 10M/12M, montare antenne per 160M e pc+tx dedicato ad ft8 in DXp non e' molto il caso... secondo alcuni.
              Ultima modifica di i4mfa; 21-09-18, 19:03.
              Marco, i4mfa w4mfa
              https://www.qrz.com/db/I4MFA/

              Commenta


              • #22
                Re: Io e il CW

                Ragazzi non mi sono infuriato affatto e se questo appare me ne scuso.
                Mi pare solo eccessivo parlare di etica nell'uso del CW, stop.
                Poi condivido tutto e il contrario di tutto. Finche nessuno si pesta i piedi a vicenda (cioè va a trasmettere nelle sub-bande dedicate e disturba altri utenti di altri modi) mi pare vada bene.

                Buona serata
                http://i5skk.blogspot.it/

                https://justhomemadehamradio.blogspot.it/

                Commenta


                • #23
                  Re: Io e il CW

                  Originariamente inviato da I5SKK Visualizza il messaggio
                  Ragazzi non mi sono infuriato affatto e se questo appare me ne scuso.
                  Mi pare solo eccessivo parlare di etica nell'uso del CW, stop.
                  Poi condivido tutto e il contrario di tutto. Finche nessuno si pesta i piedi a vicenda (cioè va a trasmettere nelle sub-bande dedicate e disturba altri utenti di altri modi) mi pare vada bene.
                  Buona serata
                  Siccome che sono ignorantello ( me lo diceva sempre la mia mamma " STUDIA" ) vorrei che qualcuno mi chiarisse meglio il concetto di 'ETICA' ... Ci ho provato su internet, ma ho trovato spiegazioni che mal si adattano a questo contesto : faccio un esempio
                  "L'etica (termine derivante dal greco antico ἔθος (o ἦθος)[1], èthos, "carattere", "comportamento", "costume", "consuetudine") è una branca della filosofia che studia i fondamenti razionali che permettono di assegnare ai comportamenti umani uno status deontologico, ovvero distinguerli in buoni, giusti, leciti, rispetto ai comportamenti ritenuti ingiusti, illeciti, sconvenienti o cattivi secondo un ideale modello comportamentale (ad esempio una data morale). "
                  Poi ho provato con la ponderosa trattazione della Treccani http://www.treccani.it/enciclopedia/etica/ ma non è andata meglio. Nella mia splendida ignoranza pensavo che l' etica fosse un termine specifico circoscritto ai comportamenti che gli uomini usano per relazionarsi con altri uomini o con gli animali o con il mondo che ci ospita. Non credo che andare al lavoro pedalando sulla bicicletta a trazione umana sia eticamente condannabile rispetto a chi usa la bicicletta elettrica o la moto o il bus o l'aereo... Non credo che portare a termine un QSO fra due persone usando la fonia o la telegrafia sia eticamente condannabile se fatto nei modi dovuti, senza cadere nella prevaricazione. Quel che sospetto ( e spero di sbagliare..) è che i radioamatori stanno cadendo nella trappola del 'progresso' e si stiano consegnando supinamente a Mangiafuoco. 73'
                  File allegati

                  Commenta


                  • #24
                    Re: Io e il CW

                    Appena collegato in 10 MHz CW RI0B da AS-087 e Mayotte TO6OK.

                    Viva il CW for ever, senza nulla togliere agli altri modi ed alla possibilità di poterli praticare, cosa che faccio spesso quella di alternarmi nei vari modi.
                    Mi sento di poter dire che l'interazione umana in un qso è una esperienza speciale ed il CW è musica per le mie orecchie (a velocità non stratosferiche).
                    Godetevi la possibilità di libera scelta, nel rispetto dei band plan, anche per una migliore efficacia del qso in condizioni differenti di propagazione.
                    Saluti e buona attività in radio.

                    My 2 cents.

                    Commenta


                    • #25
                      Re: Io e il CW

                      Apprezzo molto tutti i vostri commenti e mi dispiace se qualcuno si sia offeso, non era assolutamente mia intenzione, chiedo scusa. Come ho tentato, scrivendo, di dire, il mio è solo un punto di vista personale. Purtroppo i miei studi di oramai 30 anni fa in ingegneria elettronica mi hanno portato, già allora, a "privilegiare" le modulazioni digitali (più innovative) a quelle analogiche e pur essendo il CW una "modulazione digitale", la prima di tutte, la trovavo allora ed oggi anche di più, meno "intellettualmente stimolante" di altre più recenti. Ho cercato solo di comunicare questo. So che tra gli OM ci sono anche molti di estrazione "non tecnica" e che danno giustamente valore anche a cose meno "tecnologicamente all'ultimo grido". Non credo però che si possa negare, come ho tentato di spiegare, che il radioamatore "nasce" nella storia come uno spirito innovatore e non conservatore. Buon divertimento, sincero, a tutti. '73 IU6GWQ

                      Commenta

                      Sto operando...
                      X