annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Chi si ricorda il woodpecker russo sulle nostre HF?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Chi si ricorda il woodpecker russo sulle nostre HF?

    Ricordate il woodpecker il fastidiosissimo"picchio russo"? I radioamatori che hanno qualche annetto di attivitā sulle spalle e che sono stati attivi sulle bande HF si ricorderanno sicuramente di aver sentito il
    "rat-rat-rat-rat-rat" a 9+30db (specialmente sui 20 e 40 metri) e largo 10 Khz di quello che divenne noto in tutto il mondo Ham, come il "picchio russo". Era fastidioso, e anche il miglior noise blanker non riusciva a eliminarlo. Ma a cosa serviva il woodpecker? L'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) scelse la forza bruta per soddisfare i suoi fini di proteggersi dagli attacchi missilistici. Il "picchio" fu infine identificato come un radar "oltre l'orizzonte" utilizzato durante la guerra fredda per tenere d'occhio gli aerei o i missili balistici intercontinentali (ICBM) che si sarebbero avvicinati allo spazio aereo dell'Unione Sovietica.
    Ovviamente (e per nostra fortuna), il suo utilizzo fu prima che la diffusione della tecnologia satellitare fosse la norma, e quindi il radar rimase in attivitā fino a qualche decina d’anni fa, usato appunto dai sovietici. Nonostante la tecnologia radar del woodpecker scelta dall'URSS fosse ampliamente dirompente per i segnali radio di tutto il mondo, essa venne usata senza riserve, nonostante le lamentele presentate da molti paesi. I russi continuarono e fu solo con l’allentamento della guerra fredda e l’arrivo dei satelliti che i segnali alla fine cessarono. Se volete approfondire, grazie a Bill Fisher (W4GRW) e Pile Up, il magazine della Carolina DX Club, potrete seguire a questo link, un articolo sul picchio russo.


    https://hackaday.com/2021/05/11/the-...giant-antenna/
    C'č un video informativo nell'articolo. Vi consiglio di prendervi qualche minuto per vederlo, per avere una visione "da drone" dell'immensitā della struttura dell'antenna stessa del woodpecker. Il narratore spiega anche come la tecnologia avrebbe dovuto funzionare. L'efficacia del picchio nello svolgimento del suo ruolo ha avuto sia sostenitori che detrattori (tra cui anche noi radioamatori ma ovviamente per i disturbi che causava alle nostre frequenze!).
    73 Brix
    Ultima modifica di IN3ZNR; 07-06-21, 18:28.

  • #2
    Un altro bell'articolo sull'antenna DUGA

    https://it.rbth.com/scienza-e-tech/8...ar-abbandonato
    DX ! What else !?

    Commenta


    • #3
      Un bel video..

      DX ! What else !?

      Commenta

      Sto operando...
      X