annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lunghezza elementi (e taratura) Spiderbeam 5 bande HD

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Lunghezza elementi (e taratura) Spiderbeam 5 bande HD



    Causa ritardo nella preparazione del supporto per il traliccio carellato ho pensato di installare un'antenna 5 bande provvisoria per tirar avanti un pò di mesi; avendo già provato l'Hexbeam ho deciso per la Spiderbeam 5 bande rinforzata (HD).
    Attualmente è installata a circa 2,5mt su un tetto con copertura rurale (quindi niente calcestruzzo armato e i solai sottostanti sono tutti in legno) su una casa di circa 10mt, quindi elettromagneticamente non sarà a 12,5mt dal terreno ma nemmeno a 2,5mt (spero...).

    Detto questo l'attuale situazione SWR (sintetizzata) è questa:


    La prima colonna SWR si riferisce agli ottimi (installata però a 15mt...) valori postati da F4FEP su YT, la seconda i valori miei rilevati a fine cavo (e dopo accordatore Acom posto in by-pass, stasera magari provo anche direttamente in antenna).
    In assoluto non sono neanche malaccio, passibili di ritocchi per ottimizzare specialmente sui 10/17 metri dove la bassa Xs indica la risonanza, direi molto buono anche sui 20mt dove mi aspettavo di peggio considerando l'esigua altezza.

    Premesso che alla fine sarà alzata di circa 5/6 metri dall'attuale elevazione il dubbio è se quando la alzerò la risonanza si abbasserà (cosa buona in 10/12/15/17) o se si alzerà come m'era successo di vedere con il dipolo 160/80/40/30.
    Poichè non sono semplici le manovre di elevazione-misura-abbassamento vorrei evitarle al minimo; il dubbio è che il poco o tanto effetto capacitivo del tetto/terreno quando la alzo dimininuisca e quindi mi alzi la risonanza (cosa non necessaria in nessuna banda).
    Allego anche grafici (in alcuni casi con fase, se utile allo scopo) e parte immaginaria Xs:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   28MHz_10mt.PNG  Visite: 0  Dimensione: 7.1 KB  ID: 111649

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   24MHz_12mt.PNG  Visite: 0  Dimensione: 6.4 KB  ID: 111650


    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   21MHz_15mt.PNG  Visite: 0  Dimensione: 6.7 KB  ID: 111651


    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   18MHz_17mt.PNG  Visite: 0  Dimensione: 7.1 KB  ID: 111652


    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   14MHz_20mt.PNG  Visite: 0  Dimensione: 6.6 KB  ID: 111653

    Grazie per ogni eventuale help, già montarla è stata un'avventura (rispetto a una Hexbeam non ci sono paragoni...), se riesco a semplificarne la taratura tanto meglio.

    [edit]
    Dimenticavo, per le misure degli elementi ho seguito i doc di DJ0IP che rispetto al manuale originale mi è sembrato più chiaro, ballano però alcuni cm (almeno secondo la mia interpretazione) quindi sarebbero graditi anche pareri da chi l'ha installata sulle misure degli elementi usate.


    Tnx & 73
    IK3LLS

    Ultima modifica di IK3LLS; 10-05-21, 15:44.
    ---------------------------------
    Sez. ARI-Verona 3701 JN55LL

  • #2
    Ciao Luigi,
    tutte le antenne che mi sono capitate sinora, montandole in basso e poi alzandole, hanno mostrato un aumento della frequenza di risonanza una volta messe all'altezza definitiva.
    Tutto sta a capire quanto nel tuo caso il supporto edilizio sottostante, pur se ligneo o in muratura, sia "avvertito" dall'antenna posta 2,5 metri piu' su..
    purtroppo non conosco metodi di previsione. Penso tu debba solo provare ad alzarla.
    73 de IK7JWY Art
    https://www.qrz.com/db/IK7JWY
    http://www.infinitoteatrodelcosmo.it...rturo-lorenzo/

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da IK7JWY Visualizza il messaggio
      Ciao Luigi,
      tutte le antenne che mi sono capitate sinora, montandole in basso e poi alzandole, hanno mostrato un aumento della frequenza di risonanza una volta messe all'altezza definitiva.
      Tutto sta a capire quanto nel tuo caso il supporto edilizio sottostante, pur se ligneo o in muratura, sia "avvertito" dall'antenna posta 2,5 metri piu' su..
      purtroppo non conosco metodi di previsione. Penso tu debba solo provare ad alzarla.
      Grazie Art, vista anche l'esperienza con il dipolo immaginavo che fosse così (metri su KHz giù...) per tutte le antenne ma speravo in una scappatoia psico-fisica...
      Cmq ho appena notato una leggera discrepanza tra il manuale tradotto italiano e l'originale inglese; su EN dicono di ripiegare per metà il tratto libero (15cm per 20m e 10cm per tutte le altre bande) di filo del radiatore dedicato alla taratura mentre sulla versione italiana dicono di ripiegarlo indietro.
      Già questo mi fa avere qualche cm in meno su tutte le bande, appena il meteo lo consente provo a sistemarla (previa rimisura diretta sotto antenna).

      Tnx & 73
      ---------------------------------
      Sez. ARI-Verona 3701 JN55LL

      Commenta


      • #4
        Con il permesso di IK7JWY Art, e ringraziandolo per la opportunita' che in tal senso il suo forum concede, vorrei segnalare alcune considerazioni che spero possano essere utili a IK3LLS Luigino.
        In primo luogo cito Art e Luigino
        montandole in basso e poi alzandole, hanno mostrato un aumento della frequenza di risonanza
        una volta messe all'altezza definitiva
        immaginavo che fosse così (metri su KHz giù...) per tutte le antenne

        in quello che mi sembrerebbe un qui pro quo del secondo su una indicazione di Art che condivido.

        Secondariamente, una antenna a 12,5m dal suolo e' a 12,5m dal suolo. Punto. La altezza della antenna dal suolo solitamente la indichiamo al fine di valutare gli effetti del far field, in estrema sintesi come arriviamo a rifletterci sulla ionosfera e quanto la superficie terrestre ci aiuti o disturbi in questo.

        La altezza dal tetto riguarda effetti che possono essere, sempre in estrema sintesi, assimilati a capacitivi (ed in funzione di lambda), ragion per cui maggiormente afferenti una TH7DXX (sezione e area elementi maggiore) rispetto ad una (filare) SpiderBeam: vedilo come un bel condensatore ai capi di ognuno dei tuoi fili con una armatura non in rame ma in... coppo (scarsino come condensattore, se la distanza fra le armature rispetto alla sezione - scarsina per un filo di rame - e' rilevante, ad esempio 0,25 lambda in 10M, il suo impatto e' lieve). Chiaramente se avessimo a che fare con tetti con strutture metalliche magari dannatamente tagliate a lunghezze... ma cosi' non e', dice IK3LLS Luigino.
        Sempre in quest'ottica, ed affatto in contrasto con il paragrafo precedente, impatta il suolo, e nel 1971 I1ABA (!!!) ci insegnava come la impedenza (75) di un dipolo orizzontale fosse tale a multipli di lambda quarti dal suolo, con una curva che nella prima fase sale fino ad un +30% a 3/8, per pui calare ad un -25% a 5/8 e risalire ad un +20% a 7/8 e via andando (asintoticamente - free space - la oscillazione si annulla) con variazioni che a 2 lambda impattono intorno al 5%. Puoi mantenere tranquillamente valida la logica per ogni tipologia di dipolo orizzontale che ti permette di prevedere se Z si abbassera' o si alzera' al variare di H espresso in funzioni di lambda.
        Sommare i due effetti di cui sopra non e' facile, ma il primo lo vedrei, nel tuo caso specifico, trascurabile (0,125-0,25lambda da "coppi"... fai di peggio tu con la flessione delle canne!).

        Altra indicazione, non andare sul tetto, tagliati un cavo (RG58 low cost se sei I1 o GM come me) a multipli di lambda mezzi per tutte le frequenze (nota: a Vf=1 20M=>10,5m 10M=5,2m 15M=7m quindi 21m e' una lunghezza comune; 12M=6m 17m=8,2m quindi 24m=21m+3m con uno spezzoncino MF includi anche le WARC, se sei costretto a passare a 42m xVf di cavo meglio ancora) e la tua Z=R+jX verra' replicata esattamente come in antenna. Ricordati che differenti valori di R+jX producono identico SWR, in quanto esso deriva dal modulo di Z, errore tipico mio di dire taglia giusto il cavo per vedere giusto il SWR mentre intendo dire Z!

        Ricordati che SWR 1,1 non significa X=bassa ovvero risonanza; una tipica curva con Z=70+j0 a 14,2 vede SWR 1,5 a 14,2 ma SWR 1,1 a 14,1, ragion per cui a mio avviso leggi meglio lo strumento se hai SWR (quello piace a te e ai tuoi finali, per me e le antenne e' irrilevante) R ed X mappati, Z blandamente utile, la fase poco pratica e il return loss addirittura fuorviante in talune considerazioni.

        Concludo segnalandoti che se mai passassi ad una HexBeam (da dipolo a direttiva), lascia perdere SWR, 1,5 va benissimo quanto 1 (nota: scrivo 1, ovvio che indendo SWR50 1:1) e' pur vero che con SWR 1,5 hai una perdita equivalente ad un minor guadagno di 0,2dB ma se tale scelta ti consente di passare il FtB da 8dB a 15dB direi che ne vale la pena. Non che un guadagno di mezzo dB io lo trovi rilevante in un DX... ma sotto a SWR2 le preoccupazioni sono tutte dei finali (e dei neofiti).

        Alla luce di quanto sopra e dei tuoi dati faccio un piccolo esercizio, invitando te - antenna tua, misure tue - a fare altrettanto.
        -10M sei a 5/4 lambda, passi a 7/4-15/8 lambda, al massimo vedrei una variazione di Z in crescita del 5%, che ti sposta SWRmin da 1,2 a 1,3 e manterrei come gia' hai la frequenza di SWRmin alta per evitare interferenze coi 12M
        -12M sei a 4/4 lambda, passi a 6/4, non dovresti avere cambiamenti
        -15M sei a 7/8 lambda quindi al massimo della impedenza che potresti aspettarti e francamente non mi spiego i dati che riporti, che dicono esattamente l'opposto (e' un classico mio che quando spiego le cose le spiego benissimo e con competenza e... continuando sempre a dire minore laddove sono convintt di star dicendo maggiore, ma non e' questo il caso!) a meno che la lettura non sia falsata dalla lunghezza del cavo, come ti spiegavo prima; in questo caso (cavo a multipli dispari di lambda quarti) vedresti un valore speculare di Z che propone identico SWR e SWR1,8 indicherebbe circa 20% maggiore di un dipolo; passare a 5/4 lambda porterebbe SWR a 1,5
        -17M mi pare di leggere che X tende a 0 verso frequenze superiori, ci aspettiamo che si alzi tale minimo alzando la antenna, SWR cala con X... io la allungherei preventivamente, con una successiva nuova lettura col cavo come suggeritoti; sei a 3/4 lambda, quello che leggi come impedenza e' "giusto" e dovrebbe alzarsi riposizionandola, quindi avere adesso X=0 a 18 piuttosto che non a 18,5MHz sarebbe meglio
        -20M siamo fra 4/8 e 5/8 lambda e quindi ci aspettiamo che la impedenza cresca, X=0 ci aspettiamo salga come frequenza e di conseguenza potremmo avere a regime un 1,4-1,5 sui 14,2 con 1,8-2 a 14,0

        --- Premesso che alla fine sarà alzata di circa 5/6 metri dall'attuale elevazione il dubbio è se quando la alzerò la risonanza si abbasserà ha quindi come risposta: ri-effettua le misure con un cavo tagliato correttamente a conforto del fatto che l'innalzamento della frequenza per cui X=0 (non necessariamente quella a cui SWR50 e' minimo) non ti crei problemi in 17M, unica banda in cui - sulla base dei primi dati - potresi avere... problemi e' una parola grossa.

        Torno ai miei calcoli della nuova quad...
        73s de I4MFA Marco
        Marco, i4mfa w4mfa
        https://www.qrz.com/db/I4MFA/

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da i4mfa Visualizza il messaggio
          Torno ai miei calcoli della nuova quad...
          ah, però ! Magari ci scappa un thread da cui poi estrapolare un bello articolo da pubblicate nell'apposito spazio

          73 de IK7JWY Art
          https://www.qrz.com/db/IK7JWY
          http://www.infinitoteatrodelcosmo.it...rturo-lorenzo/

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da i4mfa Visualizza il messaggio
            Con il permesso di IK7JWY Art, e ringraziandolo per la opportunita' che in tal senso il suo forum concede, vorrei segnalare alcune considerazioni che spero possano essere utili a IK3LLS Luigino.
            In primo luogo cito Art e Luigino
            montandole in basso e poi alzandole, hanno mostrato un aumento della frequenza di risonanza
            una volta messe all'altezza definitiva
            immaginavo che fosse così (metri su KHz giù...) per tutte le antenne

            in quello che mi sembrerebbe un qui pro quo del secondo su una indicazione di Art che condivido.
            ...
            Errore mio, ovviamente doveva essere metri su KHz su...
            Grazie per l'intervento, mi ci son volute due birre medie per leggerlo e metabolizzarlo tutto, appena posso metto in pratica, nel frattempo ho provato a bypassare sia il PA che l'ATU che originariamente erano in serie e le cose non sono cambiate (per fortuna).

            Nel frattempo ho scritto a F4FEP che molto gentilmente mi ha risposto e mandato le sue misure, sto attendendo conferma se sono prese con le linee di trasmissione incluse (presumo di si), allego la situazione attuale scalando le linee standard:


            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   SB_F4FEP_VS_IK3LLS.png 
Visite: 97 
Dimensione: 18.3 KB 
ID: 111670

            Che tutto sommato non sono neanche malaccio a confronto considerando che le mie sui radiatori (DE) tengono conto del filo risvoltato, quindi includono qualche cm in più.
            Rene F4FEF dice che quando l'ha montata a 2 metri dal terreno non era il massimo, a 15mt i valori sono diventati ottimi, il che mi fa pensare che dovrebbe migliorare qualcosa.


            73s
            ---------------------------------
            Sez. ARI-Verona 3701 JN55LL

            Commenta


            • #7
              Si, mi pare che anche IK7JWY una volta abbia detto su di me qualcosa del tipo
              mi ci son volute due birre medie per leggerlo e metabolizzarlo tutto
              ma se aveste passato come me tutto il periodo del college in stanza con Albert a dargli una mano a fare i suoi conti mi comprendereste...
              Piccola ma importante nota:
              tu hai scritto spyderbeam e io non ho capito che era una hexbeam ma ho inteso che fosse un mero dipolo (che invece si chiama... ragazzi, mentre lavoro ho la testa da un'altra parte, scusatemi!) ragion per cui tutte le attenzioni che dicevo di porre alla hexbeam ovviamente si applicano anche alla spyderbeam: FtB 10dB maggiore a fronte di SWR 1,5:1 invece di 1:1 e' la scelta corretta, SWR 1:1 non e' affatto indice di un buon progetto (SWR 1:1 G=3dB FtB=7dB vs. SWR1,5:1 G=5dB FtB=15dB).
              Ti ricordo che
              una antenna a 12,5m dal suolo e' a 12,5m dal suolo
              quindi quando tu dici
              quando l'ha montata a 2 metri dal terreno non era il massimo, a 15mt i valori sono diventati ottimi
              e' come se dicessi quando sono entrato nella vasca da bagno l'acqua si e' alzata molto di piu' di quando vi ho appoggiato sopra una pallina da golf. Che poi tua moglie dica si' ma mi hai schizzato entrambe le volte, tutt'altro discorso (il fastidio).

              IK7JWY de I4MFA,
              un bell.. articolo da pubblic..
              il problema e' che tale richiesta la fai ad uno che ha le competenze ed il carattere che ho io, se I0SOH dice 2+2=3 manco lo fumo ma se un nominativo a caso che invece stimo non la dice giusta, fatico - come elmer - a lasciargli l'ultima parola.
              E' il motivo per cui di romagnoli hanno fatto oltre alla mia anche la razza I4EWH, altrimenti saremmo tutti estinti.
              Quindi la risposta e': grazie, apprezzo MOLTISSIMO la richiesta e penso sia meglio se prima di agire io ti contatto per una moderazione preventiva:
              mi sembra il minimo di educazione dovuta al padrone di casa.

              Qualcosina ho pubblicato, se pensi sia utile io scrivo tutto in HTML. Peraltro non so se hai letto RR03/21: la mia impaginazione rende l'articolo maggiormente leggibile e francamente quello dovrebbe essere il metodo di studio della propagazione, per noi.... ach, vedi che ci ricasco, l'ho appena scritto che...
              Ultima modifica di i4mfa; 13-05-21, 18:08.
              Marco, i4mfa w4mfa
              https://www.qrz.com/db/I4MFA/

              Commenta


              • #8
                Ciao a tutti, scusate non so fare il multi quote... ho un paio di domande, una forse OT:

                @LLS visto che hai "maneggiato la hexbeam (che modello?) e la spiderbeam HD , puoi dirmi le tue impressioni in base alle differenze di robustezza? ho anche io una hex del noto "gallese" ma ogni tanto mi vengono dei pruriti per la spiderbeam che però dovendo convivere su un tetto condominiale mi ha sempre un pò scoraggiato per via del fatto che non posso farci manutenzione troppo spesso e una rottura, anche banale, mi lascerebbe QRT per diverso tempo.

                @MFA dici che un'antenna è 12.5 mt dal suolo è a 12.5 mt dal suolo. Ma ciò è vero quando? sempre? ok per il far field, ma in una città come Milano ad esempio, come calcoliamo la "terra" reale vista dall'antenna, se siamo in una zona densamente urbanizzata di palazzi in cemento armato? mediamente con H pari o leggermente +/- pochi mt rispetto alla H delle ns. antenna? e se la ns antenna è molto piccola rispetto magari ad un lastrico solare molto ampio con soletta in CLS armato e molto probabilmente in equipotenzialità con il terreno?

                Grazie a voi,
                Luk
                73's de Luk

                N.B: Le opinioni da me espresse in questo forum, nel bene e nel male, non riflettono in nessun modo il mio pensiero, sono stato condizionato col Pentothal.
                Non sono e non sono mai stato mentalmente lucido.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da ik2xyi Visualizza il messaggio
                  Ciao a tutti, scusate non so fare il multi quote... ho un paio di domande, una forse OT:

                  @LLS visto che hai "maneggiato la hexbeam (che modello?) e la spiderbeam HD , puoi dirmi le tue impressioni in base alle differenze di robustezza? ho anche io una hex del noto "gallese" ma ogni tanto mi vengono dei pruriti per la spiderbeam che però dovendo convivere su un tetto condominiale mi ha sempre un pò scoraggiato per via del fatto che non posso farci manutenzione troppo spesso e una rottura, anche banale, mi lascerebbe QRT per diverso tempo.
                  ...

                  Grazie a voi,
                  Luk
                  Ciao Luk,
                  la hexbeam che avevo provato era quella di SP7IDX (purtroppo passato SK recentemente) ora passata a Eantenna.
                  L'avevo tenuta su qualche mese, poi ceduta ad un collega om della zona (della quale è pienamente soddisfatto delle prestazioni) per poi installarci una LZA-10-5 che poi per grave colpa mia è venuta giù dopo pochi mesi.

                  Antenna onesta l'SP7IDX ma se hai la versione UK con il suo kit di rinforzo credo non ci siano paragoni tra le 2, molto meglio l'UK, l'avevo ordinata anch'io ma arrivata a cavallo della brexit mi ero trovato con costi doganali in più che mi hanno fatto desistere e così la scelta era caduta sulla spiderbeam.
                  Anche perchè sopra ci volevo mettere la 5el per i 6metri e una bibanda V/U giusto che completare il sistema, e con l'hexbeam sopra non ci metti niente (perlomeno non saprei come).

                  Ho appena finito di tararla (la SB, e sempre a 2,5mt) e domani la tiramo su; se la devi montare su un terrazzo dove hai spazio in abbondanza non avrai grossi problemi, ma nel mio caso dove l''antenna sborda da tutti i lati è stata una bella impresa...
                  Devo dire che non ho seguito i canoni standard di montaggio della spider; per fissare i fili mi sono stampato dei pezzi in 3d che si fissano a collare sui tubi evitando il sistema delle fascette, per i tiranti (dei fili) ho usato corda nautica elastica che mi ha consentito di evitare/velocizzare i lavori in quota (già la casa è a 10mt da terra...) con agganci semplici, quando ho tempo posto un pò di documentazione.

                  73s

                  Dimenticavo... riguardo alla robustezza, F4FEP mi ha inviato una foto della sua semi distrutta, ma dice che ci sono stati 3 big storm a 150Km/h in 4 anni, presumo che neanche l'hexbeam resista a quelle sollecitazioni.
                  La presa al vento della spider è molto maggiore (e in generale la vedo enorme rispetto all'hex...), vedo che flette anche con venti modesti.
                  Non ho seguito il manuale per la tiranteria ma ho abbondato, compreso tiranti laterali tra le punte stile hex che non credo fossero previsti all'origine, se dura fino all'anno prossimo la soluzione finale sarà la LZA-9-5 su carello motorizzato che abbasso quando non uso perchè la zona è abbastanza ventosa (840m aslm) e se succede qualcosa, come nel tuo caso, i tempi di qrt sarebbero lunghi.


                  Ultima modifica di IK3LLS; 21-05-21, 13:04.
                  ---------------------------------
                  Sez. ARI-Verona 3701 JN55LL

                  Commenta


                  • #10
                    MFA dici che un'antenna è 12.5 mt dal suolo è a 12.5 mt dal suolo. Ma ciò è vero quando? sempre? ok per il far field, ma in una città come Milano ad esempio, come calcoliamo la "terra" reale vista dall'antenna, se siamo in una zona densamente urbanizzata di palazzi in cemento armato? mediamente con H pari o leggermente +/- pochi mt rispetto alla H delle ns. antenna? e se la ns antenna è molto piccola rispetto magari ad un lastrico solare molto ampio con soletta in CLS armato e molto probabilmente in equipotenzialità con il terreno?
                    ik2xyi Luk, scusa se ti rispondo a notte fonda...
                    Ptemessa: hai letto RR03/2021? La appendice sui campi em e le onde em nello specifico.
                    Sintetizzo, pronto ad ampliare a tua richiesta, e nel contempo correggo parte del tuo discorso.
                    Una antenna è... "un trasduttore da corrente a campo em", mettiamola semplice.
                    Visto che a questo punto "qualcosa che esiste" (elettroncino che si muove) si "trasforma" in "qualcosa che non esiste" (campo em, a differenza del campo coltivato), come realizzo un "modello" che mi spieghi cotesta "streganza"? Dipende! Se mi interessa sapere, che so, quanti elettroncini sono "distratti" da "realtà" (un bel filo di rame?) "tangibilmente accanto", lo chiamo Near Field e lo "enuncio" in un modo, ma se invece mi interessa sapere se e quanto il "campo" generato dall'elettroncino genererà prima o poi un movimento di elettroncini (corrente), allora lo chiamo Far Field e lo "enuncio e studio" in tutt'altro modo essendo tutt'altra cosa.

                    Questo (che sarebbe la indegna sintesi di tre settimane di Comunicazioni 1) per dirti che "ok per il far field" è una frase senza senso ok e basta, è ovvio che parliamo di Far Field, non farti distrarre dalla traduzione inglese del termine "far". Ad abundantiam, visto che parliamo di campo em (e onde em), lascia agli "elettricisti" il termine di - ed il concetto di - equipotenziale.

                    Fermo restando il tuo diritto di utilizzo improprio di termini, dettato dalla suggestività della parola, qualora posto fra virgolette, ad intendere che vuoi esprimere un concetto piuttosto che non dissertare esattamente sul termine, "ok"?

                    Ora, a che diavolo ci serve definire a che altezza, purchè distante da elementi "perturbanti" (*), si trova una antenna?

                    [(*) qualora l'antenna si trovi prossima ad "elementi perturbanti" l'antenna da considerare è quella "composta" dalla antenna + gli elemwnti perturbanti stessi, vero per un dipolo avente vicino e parallelo un conduttore come per un dipolo accanto ad un blocco di calcestruzzo armato]

                    Il campo em "si propaga" in tutte le direzioni e viene "facile" studiarlo se ne consideriamo separatamente le componenti nelle varie direzioni.
                    Dal punto di vista azimutale, a parte il puntare a ESE per un qso con me, ti interessa poco una simile analisi. Considerando le componenti zenitali il discorso cambia. Vediamolo.
                    ​​​​​
                    Elevazione 5 gradi, sgrattugiata su un coppo a 30m con attenuazione (chiamiamola "knife-esge") di -0,3dB, lunga salita verso una ionosfera che scende verso "Terra" e che si raggiunge con una attenuazione di -120dB ed una angolazione tale da venir "riflessi" su un tubino di alluminio (antenna) in Russia, su cui "generiamo una corrente di elettroncini": qualcosa-nulla-qualcosa.

                    Elevazione 10 gradi (e perchè no, anche la -10 gradi) mentre stiam viaggiando verso la ionosfera ci ritroviamo accanto la componente -10 gradi e, siccome in fase, "l'unione fa la forza" e la riflessione ionosferica delle "due come fossero una" sulla testa, pardon antenna del Bielorusso avviene con maggior... impatto? Veemenza? Forza? Intensità di segnale!

                    Elevazione 90 gradi (e perchè no, -90) e colpiamo il Sole... ma a causa del fatto che siamo accompagnati da una componente (partita a -90) in opposizione di fase che ci "deprime", con forza, pardon intensità blanda. Da notare che tutto il discorso è "simmetrico" ovvero si applica identicamente alle componenti em (rumore del sole) che "piombano" da 90 gradi zenith sulla nostra antenna.

                    Com​​​​​e fanno le componenti -10 e -90 ad avere direzione 10 e 90?
                    Vengon riflesse dal "pianeta Terra"
                    Quando si sommano e quando si sottraggono?
                    Quando sono in fase od in opposizione di fase
                    Da cosa dipende questo ultimo fatto?
                    Dalla ALTEZZA DA TERRA DELLA ANTENNA.

                    Quindi sempre porre una antenna a multipli pari di lambda quaeti giammai dispari, se non vuoi incrementare la componente a 90 gtadi verso (e dal) il Sole (= la fonte del rumore).

                    E la componente a 0 gradi? Poveretta, fra erba, sassi, auto, casette e colline si è presa tante "sgrattugiate" (knife-edge) da -0,3dB da essere arrivata "diffratta" sulla ionosfera con ben -28dB da aggiungere alla attenuazione di tratta, riflessa anche lei ma financo in Iran, dove un amante del cw l'ha catturata con la sua antenna.

                    E Milano, coi suoi grattacieli? Ha creato attenuazioni alle componenti -5 gradi, così come la pietraia sulla Marmolada e tanti altri terreni su cui le componenti di una onda em si "riflettono" proveniendo dalla ionoafera e con la spernza di ritornarvi non troppo attenuate.

                    Questa la parte cruciale e poco valutata: pensate ai grattacieli di Milano quali ostacoli alla riflessione della componente -5 gradi con conseguente scarso beneficio suo alla componente vostra +5 gradi e non pensate ai maledetti grattacieli del Kuwait che altrettanto attenuano la vostra componente riflessa dalla ionosfera allorquando vi si presenta sopra, pronta ad esser riflessa nuovamente verso la ionosfera per compleyare il multihop verso VK.

                    ​​​​​​De facto comunque tranquillizatevi, la riflessione dipende dalla "Terra" in quanto lo "stimolo" dwl campo em su uno "scarso filo di rame" necessita che quest'ultimo (come per le maree saltando dal modello energia a quello corpuscolare) abbia una "massa enorme", quindi altro che grattacieli.

                    Nel caso specifico di Milano poi la RAI negli anni 70 fece un bellissimo studio sull'impatto della città nella propagazione delle onde em, sintetizzando i risultati del quale possiamo affermare che "a Lodi Milano è già scomparsa".

                    Fino agli anni '60-70 la c.d. Fresnel Area era oggetto di Raccomandazioni ITU e studi, ma oggi i modwrni modelli di essa ci sicono che il suo impatto è dell'ordine dei -3dB a scendere (fonte: ITU), ben minore del rumore solare a 90gradi, dell'ordine dei 20dB (fonte: Neri+Miceli).

                    Ne consegue che, indipendentemente (*) dalle dimensioni della antenna, la altezza da Terra è... da terra e serve definirla per uno scopo.
                    La presenza di una casa, montagna, ecc è un "ostacolo" che aggiunge una calcolabile (knife edge) attenuazione alla componente zenitale (0, 2 gradi) e azimutale considerata.
                    (*) condiderare per semplicità il condensatore formato da antenna e casa a due metri sotto di essa: 1pF? Naaaaah!

                    Mele e pere. Altezza da terra e ostacoli. Prendiamoli SEPARATAMENTE e per quel che sono. E che valgono.

                    Ultima modifica di i4mfa; 23-05-21, 02:29.
                    Marco, i4mfa w4mfa
                    https://www.qrz.com/db/I4MFA/

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X